Chivu: «Inter, derby tosto». Cordoba: Samuel decisivo

in

PECHINO (CINA), 3 agosto - Cristian Chivu, che questo pomeriggio ha svolto interamente l'allenamento col gruppo al "Workers' Stadium", è parso in buona condizione nonostante il gran caldo: «Era meglio a Milano, sicuramente..., ma siamo qui e ci prepariamo per questo impegno. Siamo pronti, abbiamo voglia di fare bene e di trovare la condizione migliore. Poi ci aspetterà la partita, che sarà tosta, ma ce la giocheremo, come sempre, sino all'ultimo minuto». Soddisfatto per l'eccellente preparazione svolta tra Pinzolo e Dublino passando per Appiano Gentile, il difensore nerazzurro aggiunge a Inter Channel: «Mi sto impegnando come al solito. Penso di aver svolto una buona preparazione, come per altro tutti i compagni. Per fortuna non ho avuto problemi fisici e questo è sempre molto importante. Sono riuscito a lavorare sempre, a giocare sempre e, piano piano, sto ritrovando la condizione». Riguardo alle buone prove evidenziate nelle prime amichevoli stagionali, Chivu sottolinea: «Per me diventa tutto più facile quando gioco più vicino al centro della difesa perché ritengo, e lo ribadisco nuovamente, che sono più un difensore centrale di un terzino, anche se sono sempre stato, e sempre sarò, a disposizione della squadra».


PARLA CORDOBA - 
«Ogni giocatore di questa squadra ha la sua importanza e credo che sappiamo tutti quale grande importanza abbia Walter Samuel per noi», risponde così Ivan Ramiro Cordoba, in esclusiva ai microfoni di Inter Channel, quando gli viene chiesto della disponibilità dell'argentino in vista di una gara come quella di Supercoppa di sabato contro il Milan. «È come se avessimo un acquisto in più avere finalmente Samuel a disposizione - prosegue il vice capitano nerazzurro -. È pronto per "battagliare", come piace a lui, e per essere un riferimento in difesa». Si parla poi del clima di Pechino e il difensore spiega che «in realtà sapevamo già che cosa ci aspettava a livello climatico e comunque noi pensiamo solo a quello che dobbiamo fare come giocatori, il resto è relativo». Ma quali sono le condizioni di Cordoba? È lui stesso a svelarlo: «Va sempre meglio, molto meglio, il recupero prosegue come da programma e andiamo avanti, miglioro giorno dopo giorno per arrivare al momento in cui mi potrò allenare con la squadra, che ormai non è poi così lontano».


SQUADRA FESTEGGIATA DA VERSACE - Quaranta minuti - poco dopo le 21 local time - a furor di popolo per l'Inter ospite del Flagship Store di Versace in Sanlitun, che alla lettera vuol dire villaggio, ma sarebbe meglio definirlo un "village", all'americana, ormai centro dell'alta moda. A fare gli onori di casa Donatella Versace, Direttore Creativo della Maison e grande tifosa nerazzurra, che ha accolto Gian Piero Gasperini, i giocatori, Luis Figo e poi li ha accompagnati alla festa per cinquecento, selezionatissimi, ospiti. Serata a tema: protagoniste sono state le divise ufficiali, eleganti completi sulla base dei colori del club, "invitata speciale" la Tim Cup 2010-2011 vinta a Roma. Migliaia i flash di fotografi professionisti, ma soprattutto dilettanti, che hanno "bersagliato" la squadra in versione elegantissima. Entusiasmo, calore - ancora una volta -, anche se in un contesto così particolare, sono gli elementi che circondano l'Inter in Cina. Impossibile resistere, quindi anche per la squadra, che oggi ha sostenuto l'allenamento nel pomeriggio, è stato piacevole sperimentare una serata non tanto da modelli, ma da simboli della moda italiana nel mondo. La festa è andata avanti sino a tardi, ma la squadra poco dopo le 21.30 è ritornata in albergo. La trasferta di Pechino prevede molti appuntamenti di rappresentanza, ma la Supercoppa Italiana è l'obiettivo più importante.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160