Chelsea, rabbia Villas Boas: «Mi sento deluso e tradito»

in

LONDRA - Acque molto agitate allo Stamford Bridge: la pesante sconfitta contro l'Arsenal ha lasciato pesanti strascichi che Andrè Villas-Boas ha affrontato duramente nel corso di un acceso faccia a faccia con la squadra alla ripresa degli allenamenti. Sabato i blues hanno subito la seconda sconfitta consecutiva dopo il ko contro il Queens Park Rangers nel turno precedente: tre sconfitte in totale in Premier League che hanno fatto perdere contatto dalla vetta, ora distante nove lunghezze. Ma più della battuta d'arresto in sè il manager portoghese ha criticato i suoi per come è maturata la sconfitta, figlia di una dissennatezza tattica che non trova pari negli ultimi anni del Chelsea. Da qui la durissima arringa di Villas-Boas che domenica ha tenuto a rapporto i suoi giocatori per più di mezz'ora negli spogliatoi del centro sportivo di Cobham. E diversamente dal passato, quando i senatori non avevano mai mancato di far sentire la loro opinione, questa volta nessuno ha voluto replicare alle accuse di Villas-Boas che si è detto - scrive oggi il Daily Mail -"deluso e tradito" dal comportamento della sua squadra. Ad un passo dagli ottavi di Champions League, il Chelsea è atteso prima dalla trasferta sul campo del modesto Genk e alla ripresa del campionato dall'appuntamento in casa del Blackburn. Due partite dalle quali l'ex tecnico del Porto si aspetta un immediato riscatto.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160