Catania, torna l'effetto Massimino: 6 punti in 180'

in

ROMA, 28 febbraio - Seconda vittoria interna consecutiva per il Ca­tania, dopo il 3-2 colto in rimonta due settima­ne fa contro il Lecce. Il successo di ieri, ancora in rimonta, l’hanno firmato i due argentini Maxi Lopez ( settimo centro in questo campionato) e Bergessio (primo gol italiano: era all’esordio al Massimino), schierati per la prima volta da Si­meone come coppia titolare.


PALERMO, IL KO PEGGIORE DELLA STORIA - Il risultato più clamoroso della giornata si è re­gistrato a Palermo, dove i rosanero hanno subi­to - ad opera dell’Udinese - la peggior sconfitta interna in A della loro storia: 0-7. In passato, in­fatti, il Palermo era stato battuto in casa al mas­simo con quattro reti di scarto. Sei volte: 1-5 con­tro la Juventus nel 1950-51, 2-6 contro la Lazio nel 1956-57, 0-4 contro la Fiorentina nel 1959-60, 0-4 contro la Roma nel 1962-63, 1-5 contro l’Udi­nese (sulla panchina dei rosa c’era Guidolin...) nel 2004- 2005 e 0- 4 contro il Catania il primo marzo 2009.


VITTORIA RECORD PER L’UDINESE - Un risultato eclatante anche per l’Udinese, che col 7-0 al Barbera ha stabilito il suo primato del­la più larga vittoria esterna nella massima serie. Il top precedente era costituito da due 5-0: il pri­mo i friulani l’avevano conquistato a Marassi contro il Genoa l’11 settembre 1983 in occasione dell’esordio italiano di Zico (autore di una dop­pietta) e il secondo al Curi contro il Perugia il 9 gennaio 2000.


Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160