Campana: «Non è uno sciopero dei nababbi»

in

ROMA, 27 ottobre - «Siamo l'unico sindacato al mondo che non ha avanzato alcuna richiesta economica: quarant'anni fa si parlava di sciopero dei nababbi, sinceramente oggi mi sarei aspettato qualcosa di meno superficiale». Sergio Campana guida l'assocalciatori, e non ci sta alle accuse della Lega di voler difendere privilegi economici. «Se in trent'anni abbiamo sempre trovato l'accordo in tre incontri e oggi non bastano dieci trattativa da sei ore - dice all'ANSA il presidente dell'Aic - un motivo ci sarà. Come Rivera, Mazzola e Bulgarelli, anche i giocatori di serie A oggi difendono i loro colleghi più deboli, quelli che in serie A guadagnano molto meno di quanto si dice, o quelli che in C non percepiscono lo stipendio. Perchè, non lo dimentichiamo, oggi discutiamo il contratto della A, ma poi verranno quelli delle serie minori. E da sempre il primo fa da apripista...».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160