Beach Soccer: il rescondo della prima giornata della Serie A Enel

Si è conclusa tra gli applausi la prima giornata della Serie A Enel in corso di svolgimento a Bibione.

Con il derby veneto tra Casinò di Venezia e Patavium, infatti, si è chiuso il programma intenso del debutto del campionato italiano di beach soccer 2009, promosso dalla Figc-Lega Nazionale Dilettanti, iniziato alle 10:30 di mattina con la conferenza stampa di presentazione e proseguito con ben cinque incontri, presso l’Agos Beach Stadium allestito di fronte a Piazzale Zenith, fino a pomeriggio inoltrato. All’incontro con la stampa sono intervenuti numerosi dirigenti sportivi federali e l’Assessore allo Sport del Comune di San Michele al Tagliamento David Codognotto che, insieme al Comitato Eventi di Bibione, nella persona di Adamo Zecchinel, tanto si è speso per portare il grande beach soccer in questa località. “Sono felice e per questo ringrazio la Federazione e la LND, per aver accordato fiducia a Bibione per l’organizzazione di un evento così importante – ha dichiarato l’amministratore comunale; d’altronde credo che la nostra spiaggia si meriti ampiamente una manifestazione del genere, visto che ospitiamo circa 6 milioni di turisti l’anno, che vantiamo una rete ricettiva molto efficiente e perché stiamo cercando di coniugare lo sport al turismo familiare e straniero che da molto tempo già apprezza il nostro litorale”. L’Assessore Codognotto si è spinto anche oltre: “Candido sin da ora Bibione per ospitare nel prossimo anno il concentramento unico per l’assegnazione della Coppa Italia, così da diventare un punto di rifermento del beach soccer in Italia”. Di massima apertura e disponibilità sono state le parole del Coordinatore del Dipartimento Beach Soccer Santino Lo Presti che ha ravvisato in Bibione una location ideale dove far svolgere tappe del tour di beach soccer: “Questa disciplina così affascinante è un forte motore d’attrattiva per la sua spettacolarità e per il legame che la lega alla promozione turistica di cittadine che il grande pubblico conosce, ma vedendole sui giornali e in tv con il beach soccer le impara anche a riconoscere”. Il saluto istituzionale della Lega Nazionale Dilettanti è stato portato dal vicepresidente per l’area Nord Fiorenzo Vaccari: “E’ con estremo piacere che torniamo in Veneto dopo la tappa dell’anno scorso organizzata a Rosolina a Mare, la LND ha creduto fin da subito in questo sport e credo che attraverso la promozione che si sta facendo possa crescere ancora molto”. Presente alla conferenza, oltre ai consiglieri del CR Veneto Levorato e Gaggiato, anche il consigliere federale Alberto De Colle che ha augurato i migliori auguri per una riuscita dell’evento di Bibione, come di quelli di Lignano Sabbiadoro (fra due settimane è in programma la Serie A Enel e poi la tappa italiana del campionato europeo.
Il primo incontro della giornata, quello che ha visto contrapporsi Alma Juventus Fano contro Agenzia Lemme Vasto, ha visto prevalere i marchigiani che sono stati capaci di una rimonta eccezionale nel giro di poco più di 1’ quasi allo scadere dei tempi regolamentari. Prima Donini, a conclusione di un’azione personale, poi Maltoni, per ben due volte, hanno trafitto la porta avversaria segnando i tre gol decisivi per la vittoria finale con il risultato di 5-4. Agli abruzzesi resta il rammarico per un match nel quale sono sempre stati davanti e che non sono stati in grado di chiudere al momento opportuno (traversa colpita da Del Bonifro). Grande spettacolo nella gara tra Cavalieri del Mare Viareggio e Coil Lignano Sabbiadoro che, insieme, vantano nelle loro fila ben quattro nazionali italiani protagonisti della recente qualificazione alla Fifa World Cup di Dubai del prossimo novembre: Leghissa e Del Mestre con la maglia dei toscani, Leghissa e Carotenuto con la casacca dei toscani. La partita è stata per lungo tempo in equilibrio, anche se i Cavalieri del Mare, grazie alla colonia portoghese composta da Hernani, Alan, Belchior e Madjer, hanno sempre guidato nel risultato. L’allungo definitivo lo hanno messo a segno nel terzo tempo, proprio quando gli avversari hanno abbassato il ritmo del pressing nella fase d’impostazione del gioco. La Coil parte dunque in salita in questo campionato, visto che domani è in programma un’altra sfida difficile contro il Mare di Roma che vorrà sicuramente riscattare a tutti costi la sconfitta odierna contro il Milano, fresca vincitrice della Coppa Italia Enel, svoltasi a fine maggio a Terracina. I lombardi si sono resi protagonisti di una prova di forza impressionante, contro una squadra veramente ostica come quella romana. Il team allenato da mister Panizza ha giocato due tempi ad altissimo livello, segnando otto reti (superlativa la prova di Bejamin autore di 4 gol), per poi amministrare nell’ultima frazione. E domani è previsto lo scontro con i padroni di casa del Casinò di Venezia che si presentano a questo appuntamento già con tre punti in classifica in virtù della vittoria all’esordio con la debuttante assoluta Patavium nel derby veneto. Parolari, Cesca, Ballarin e Ruzzene (otto gol in quattro) lasciano poche speranze alla squadra di mister Bavaresco, intenzionata a rifarsi da subito nell’incontro che la vedrà contrapposta all’Alma Juventus Fano. Nella penultima sfida in programma, la Sambenedettese ha confermato le indicazioni positive ottenute all’esordio assoluto in una competizione ufficiale di beach soccer, durante la Coppa Italia Enel di Terracina. Contro la Friulpesca Lignano Sabbiadoro ha sfoderato una prestazione gagliarda che gli è valsa il primo successo della sua giovane storia nel campionato italiano di beach soccer. Con i gol di Ciarrocchi, Rosa e Cardinali, i marchigiani impongono lo stop ad una delle formazioni più blasonate dell’intero circuit, anche se in questa stagione non gode dei favori della vigilia.
La prima tappa di quello che si appresta ad essere un campionato di beach soccer davvero avvincente è stata realizzata anche grazie al contributo del Comune di San Michele al Tagliamento e delle aziende sponsor che animano il villaggio adiacente all’Agos Beach Stadium: Enel, Agos, LG, Buonitalia, E-Work, MSC, Pai, Kenwood, Pepsi, Dolomia, Punto Sma, Diana T, Delta, Top Secret, Timex, Italtelo, Lipton, Gatorade, Corriere dello Sport, Tuttosport, Molten, Radio Kiss Kiss e Sky Sport. Così in tv – Le partite della tappa di Bibione della Serie A Enel saranno trasmesse da Sky Sport 1 sabato 1 luglio alle ore 20.

Le gare

Patavium – Casinò di Venezia 5-10 (0-3, 2-4, 3-3)
Patavium: Dal Corso, Toresi, Masiero, Millan, Gaggio, Bucci, Romrig, Turchi, Weiher, Covi. All. Barbaresco.
Casinò di Venezia: Gatto, Ballarin, Gambin, Ruzzene, Medaglia, Caorlini, Toffolo, Cesca, Parolari, Malossi. All. Collauto.
Arbitri: Buscema di Udine e Colacino di Soverato.
Marcatori: nel pt 4’ Toffolo (V), 8’ Cesca (V), 11’ Parolari (V), nel st 1’ Parolari (V), 2’ Gaggio (P), 3’ Romrig (P), 6’ e 9’ Ruzzene (V), Ballarin (V), nel tt 2’ Ballarin (V), 4’ Caorlini (V), 7’ Masiero (P), 9’ Cesca (V), 12’ Toffolo (aut).
Note: Ammoniti: Masiero (P).
Il primo brivido dell’incontro è di marca padovana con il tedesco Romrig che si alza il pallone spalle alla porta dal limite dell’area, si coordina e rovescia, dimostrando un’ottima coordinazione, ma il portiere lagunare si dimostra pronto alla presa bassa. Il Casinò di Venezia passa al primo affondo e con Toffolo riesce a portarsi in vantaggio con un tiro dalla distanza che s’infila alle spalle del portiere padovano. Poco dopo il veneziano Cesca firma il raddoppio con un colpo di testa a schiacciare, raccogliendo un invito dalla fascia destra. La reazione della matricola Patavium passa dai piedi di Toresi, ex Derby Castrocaro, che calcia di poco a lato un calcio di punizione da metà campo. I neroverdi non si scompongono e all’11’ passano ancora con Parolari che indovina l’ennesimo tiro dalla distanza. Ad inizio ripresa Parolari s’inventa un numero da circo andando a prendere in cielo un pallone che poi riesce ad insaccare in mezza rovesciata, complice un rimbalzo imprevisto sulla sabbia. Al 2’ però i padovani si scuotono con capitan Gaggio che passerà alla storia come il primo marcatore del Patavium in una competizione ufficiale di beach soccer. Un minuto dopo la stella teutonica Romrig tenta la botta dal limite, riuscendo a piegare le mani di Malossi e portando i suoi a sole due reti di distanza. L’illusione della rimonta però dura poco, quanto basta per permettere a Ruzzene di segnare il suo primo gol e portare così avanti i suoi di tre lunghezze. Al 9’ si decide il match con un penalty calciato da Covi e parato da Malossi e poi, sul capovolgimento di fronte, con il secondo acuto di Ruzzene che vale il 6-2 per il Casinò di Venezia. Prima della fine del tempo c’è ancora spazio per un’altra segnatura: quella di Ballarin che è più preciso dell’avversario e realizza il settimo gol dei lagunari su calcio di rigore. Ad inizio terzo tempo l’acuto è di Caorlini che colpisce il palo di destro. Dalla parte opposta qualche secondo dopo lo imita Ballarin che di sinistro fulmina il portiere padovano. Al 4’ Caorlini aggiusta la mira e stavolta riesce a firmare la sua prima rete in questa Serie A rendendo del tutto vane le realizzazioni dei padovani Masiero, al 7’, e Covi, all’8’. Il gol del 10-4 lo mette a segno Cesca di testa quando mancano 2’ alla fine dell’incontro, mentre prima del termine Toffolo sigla un autogol clamoroso che comunque non cambia la sostanza.

*************************

Friulpesca Lignano Sabbiadoro – Sambenedettese 2-3 (0-0, 1-1, 1-2)
Friulpesca L.: De Agostini C., Contento, Don, De Agostini A., Rodriguez, Berlasso, Gerometta, Ietri, Del Fabbro, Braida. All. Del Fabbro.
Sambenedettese: D’Ambrogio, Ciarrocchi, Marranconi, Bocchino, De Amicis, Poli, Rosa, Cardinali, Ruspantini, Filiaggi. All. Di Lorenzo.
Arbitri: Cascone di Ragusa e Ensabella di Catania.
Marcatori: nel st 3’ Ciarrocchi (S), 6’ Ietri (F), nel tt 1’ Gerometta (F), 6’ Poli (S), 8’ Cardinali (S).
Nella prima frazione del match tra Friulpesca e Sambenedettese regna l’assoluto equilibrio con entrambe le formazioni che lasciano pochi spazi giocabili ai protagonisti in campo. La ripresa, invece, si apre con un’invenzione geniale di Ciarrocchi che dalla metà campo si accorge della posizione fuori dai pali del portiere friulano e lo punisce con un pallonetto millimetrico. La Friulpesca raggiunge subito il pari grazie ad una conclusione in diagonale dalla sinistra di Ietri che brucia sul tempo l’estremo difensore marchigiano. Ad inizio di terzo tempo il friulano Gerometta porta avanti i suoi, dando una scossa al match molto forte, visto che nel giro di 2’ prima Rosa da una porta, poi Rodriguez e Del Fabbro dall’altra colpiscono un palo ciascuno. Al 5’ ancora applausi per la Friulpesca che con Ietri sfiora la terza marcatura con una rovesciata che s’infrange sulla traversa della porta avversaria. Al 6’ i marchigiani raggiungono il pareggio con un’azione un po’ fortunosa scaturita dal tiro di Cardinali deviato in rete da Poli con un intervento di petto. L’affondo decisivo lo mette a segno Cardinali che dalla sinistra trova il varco giusto per superare De Agostini e per regalar la prima vittoria alla sua squadra nel campionato italiano di beach soccer.

*************************

Milano – Mare di Roma 10-6 (4-2, 4-2, 2-2)
Milano: Zanini, Casarsa, Bruno, Nico, Borella, Ahmed, Amarelle, Benjamin, Alvaro, Fumagalli. All. Panizza.
Mare di Roma: Szucs, Quadrini, Tamagnini, Saba, Rinaldi, Scriva, Torres J., Torres C., Conversano, Sabatino. All. De Celis.
Arbitri: Melfi di Vasto e Matticoli di Isernia.
Marcatori: nel pt 3’ C. Torres (R), 4’ Bruno (M), 5’ Benjamin (M), 7’ Ahmed (M), 8’ Benjamin (M), 11’ J. Torres (R), nel st 1’ Fumagalli (M), 2’ C. Torres (R), 7’ Benjamin (M), 9’ J. Torres (M), 9’ Nico (M), 12’ Casarsa (M), nel tt 6’ Rinaldi (R), 10’ J. Torres (R), 10’ Benjamin (M), 12’ Borella (M).
Note: Espulso: Saba all’11’ del tt per doppia ammonizione. Ammoniti: Zanini (R).
Parte bene la formazione romana che pressa nella propria metà campo il Milano, fresco vincitore della Coppa Italia Enel a fine maggio in quel di Terracina, e passando in vantaggio grazie alla conclusione da fuori area dello spagnolo Cristian Torres. I lombardi però non si scompongono e nel giro di 2’ confezionano il sorpasso grazie alla coppia carioca Bruno-Benjamin, il primo su calcio di rigore e il secondo su punizione dal limite. Il Milano a questo punto si scatena e va in rete per al tre due volte con Ahmed, bravo nel concludere a fil di palo da posizione defilata, ed il solito Benjamin che s’inventa un numero fenomenale dall’out di destra, trovando una traiettoria per il suo tiro che s’infila sotto l’incrocio dei pali della porta difesa dal nazionale ungherese Szucs. Prima della fine del tempo Zanini inciampa in un errore grossolano e, sbagliando il rinvio, mette nelle migliori condizioni l’altro spagnolo Javier Torres per colpire indisturbato. La ripresa si apre con un’acrobazia del solito Javier, di poco alta sopra la traversa, ed 1’ dopo il Milano allunga grazie al tiro dalla distanza di Fumagalli che sorprende l’estremo difensore avversario. La mira dei romani la aggiusta Cristian Torres al 2’ che su calcio di punizione defilato supera il neo entrato Alvaro. Subito dopo Javier Torres s’inventa un numero applauditissimo, ma la palla s’infrange sulla faccia alta del montante della porta milanese. Al 7’ il Milano sigla anche la sesta rete, firmata ancora da Benjamin su calcio da fermo prima che gli avversari accorcino le distanze con una rovesciata di Javier Torres al 9’. Il team di Panizza ristabilisce subito le distanze con Nico che sigla il suo primo gol in questo campionato calciando forte e preciso dall’out di sinistra. A 14’’ dal termine pesca il varco giusto anche Marco Casarsa che porta i suoi a +4. Nell’ultima frazione, al 4’, fa tutto da solo Paolo Saba che prima rischia di infilare la propria porta con uno dei più classici degli autogol, poi s’invola, raccogliendo la ribattuta della traversa, fin dall’altra parte lasciando partire un tiro potente respinto dall’attento Zanini. Al 5’ però Mare di Roma si rifà sotto con Rinaldi che devia quasi all’altezza della linea di porta un pallone scagliato a rete da un compagno. Quando mancano 2’ al termine botta e risposta nel giro di qualche secondo tra Javier Torres, che segna su punizione, e Benjamin, che finalizza un’azione splendida del Milano. Il definitivo 10-6 in favore del Milano lo sigla Borella a 42’’ dal triplice fischio finale.

*************************

Coil Lignano Sabbiadoro – Cavalieri del Mare Viareggio 4-7 (1-3, 2-1, 1-3)
Coil Lignano S.: Fabro, Torres, Sousa, Sguazzin, Buso, Esposito, Longo, Ze Maria, Panfili, Del Mestre. All. Della Negra.
Cavalieri del Mare V.: Samsa, Leghissa, Hernani, Galli, Alan, Madjer, Marinai, Carotenuto, Belchior, Merola. All. Fruzzetti.
Arbitri: Melfi di Vasto e Matticoli di Isernia.
Marcatori: nel pt 1’ Sousa (C), 2’ Madjer (V), 7’ e 10’ Belchior (V), nel st 6’ Hernani (V), 7’ Sguazzin (C), 8’ Torres (C), nel tt 9’ Leghissa (V), 10’ e 12’ Alan (V), 12’ Sousa (C).
Note: Ammoniti: Belchior (V).
Nemmeno il tempo di iniziare e la Coil Lignano Sabbiadoro passa subito in vantaggio con un missile terra-aria del portoghese Sousa che pesca l’angolino giusto calciando dall’out di destra. I Cavalieri del Mare reagiscono immediatamente e raggiungono il pareggio dopo un solo giro di orologio grazie allo spunto di Madjer che colpisce da distanza ravvicinata. I viareggini allungano al 7’ con un destro di Belchior in contropiede che sorprende Fabro in uscita disperata. La stella della nazionale portoghese si ripete al 10’ su calcio di punizione per poi lasciare palcoscenico ed applausi alla punta azzurra Pasquale Carotenuto che rovescia dal limite dell’area e costringe al miracolo in tuffo l’estremo difensore friulano. La Coil nella ripresa si rende pericolosa al 3’ con una spettacolare rovesciata di Buso che angola troppo la mira sfiorando il palo alla destra del neo entrato Merola. A metà tempo però i Cavalieri del Mare calano addirittura il poker con l’ex capitano del Portogallo Hernani che dalla destra sorprende Del Mestre con un tiro che rimbalza più volte sulla sabbia prima di insaccarsi. La Coil risponde con Sguazzin che pesca il jolly dal limite dell’area, seguito subito dopo dal compagno Torres che si libera della marcatura di Alan con una finta di corpo prima di infilare la porta toscana. Ad inizio del terzo tempo il colpo di tacco di Belchior deviato in angolo da Fabro con un ottimo riflesso fa spellare le mani al pubblico presente nell’Agos Beach Stadium. Ancora Cavalieri del Mare in avanti al 2’ con Leghissa che, spostatosi in posizione laterale, lascia partire un siluro che sbatte sulla traversa della porta friulana. Nell’ultima frazione le due formazioni praticamente si equivalgono e questo permette ai toscani di mantenere invariata la rete di vantaggio fino al 9’ quando allunga il passo grazie al destro in acrobazia dell’azzurro Leghissa ed alla doppietta del campione lusitano Alan.

*************************

Alma Juventus Fano – Agenzia Lemme Vasto 5-4 (0-1, 1-1, 4-2)
Juventus Fano: Piccillo, Barbadoro, Vampa, Maltoni, Pirani, Mazzanti, Patrignani A., Donini, Borini, Fiorelli. All. Patrignani.
Lemme Vasto: Cianci, Turdò, Fruguglietti, Napolitano, Ottaviano, Muratore, Del Bonifro, Pomponio, Triglione, Sputore. All. Manes.
Arbitri: Cecchin di Bassano del Grappa e Coscia di Soverato.
Marcatori: nel pt Vampa (V), st 3’ Donini (F), 7’ Pomponio (V), nel tt 5’ Fruguglietti (V), 5’ Maltoni (F), 11’ Donini (F), 11’ e 12’ Maltoni (F), 12’ Muratore (V).
Note: Espulso: 9’ tt Patrignani A. (F) per proteste.
Parte subito con il piede sull’acceleratore l’Agenzia Lemme Vasto che, orfana dei suoi uomini più rappresentativi, quelli cioè che ne hanno fatto una delle formazioni più quotate del panorama italiano negli ultimi anni, è intenzionata a far bene nonostante i favori della vigilia non la diano tra le favorite alla qualificazione alla Poule Scudetto. Il gol di Vampa le permette di passare in vantaggio, poi però esce alla distanza la formazione marchigiana che nel secondo tempo conquista il pari grazie ad una conclusione da fuori area di Donini. Ci vuole il colpo di genio di Pomponio al 7’ della ripresa per riportare avanti i vastesi. Nel terzo tempo, al 5’, Fruguglietti si lancia sulla fascia destra e lascia partire un diagonale che sbatte sul primo palo prima di infilarsi nel lato opposto. L’Ama Juventus Fano accorcia le distanze dopo pochi secondi con Maltoni che è bravo nel deviare in tuffo di testa un angolo battuto dalla sinistra. Ancora spettacolo al 6’ con Del Bonifro che in mezza girata di destro si coordina e colpisce la traversa della porta avversaria. Ad 1’ dal termine però i marchigiani affondano il colpo con un guizzo di Donini che si porta sul fondo, si accentra e trafigge il portiere abruzzese con un tocco preciso. Pochi secondi dopo l’Alma Juventus Fano mette addirittura la freccia con Maltoni che aggancia in area in mezza rovesciata un pallone lanciato direttamente dalla propria area. A 9’’ dal fischio finale ancora Maltoni, con un pallonetto, scrove la parola conclusiva a questo incontro. Inutile infatti l’ultima rete di Muratore arrivata 4’’ dalla sirena.

*************************
Classifica marcatori
4 reti: Benjamin (Milano);
3 reti: Maltoni (Fano), J. Torres (Mare di Roma);
2 reti: Ruzzene, Ballarin, Cesca, Parolari (Casinò di Venezia), Sousa (Coil Lignano S.), Donini (Fano), C. Torres (Mare di Roma), Alan, Belchior (Viareggio);
1 rete: Toffolo, Caorlini (Casinò di Venezia), Sguazzin, Torres (Coil Lignano S.), Gerometta, Ietri (Friulpesca L.), Rinaldi (Mare di Roma), Fumagalli, Nico, Ahmed, Casarsa, Bruno (Milano), Gaggio, Romrig, Covi, Masiero (Patavium), Poli, Cardinali, Ciarrocchi (Sambenedettese), Fruguglietti, Muratore, Vampa, Pomponio (Vasto), Madjer, Leghissa, Hernani (Viareggio).
Autorete: Toffolo (Casinò di Venezia pro Patavium).

*************************
Il programma gare della Tappa di Bibione (Agos Beach Stadium – piazzale Zenith)

Oggi - Giovedì 18 giugno
Alma Juventus Fano – Agenzia Lemme Vasto 5-4
Cavalieri del Mare – Coil Lignano Sabbiadoro 7-4
Mare di Roma – Milano 6-10
Friulpesca Lignano S. – Sambenedettese 2-3
Casinò di Venezia – Patavium 10-5

Classifica Girone Nord: Casinò di Venezia, Cavalieri del Mare Viareggio, Sambenedettese, Milano e Alma Juventus Fano 3, Coil Lignano Sabbiadoro, Mare di Roma, Patavium, Friulpesca Lignano Sabbiadoro e Agenzia Lemme Vasto 0.

Domani - Venerdì 19 giugno
Ore 12:00 – Sambenedettese – Cervia
Ore 14:30 – Agenzia Lemme Vasto – Friulpesca Lignano S.
Ore 15:45 – Coil Lignano Sabbiadoro – Mare di Roma
Ore 17:00 – Patavium – Alma Juventus Fano
Ore 18:15 – Milano – Casinò di Venezia

Sabato 20 giugno
Ore 12:00 – Alma Juventus Fano - Milano
Ore 14:30 – Cervia – Agenzia Lemme Vasto
Ore 15:45 – Mare di Roma – Cavalieri del Mare
Ore 17:00 – Friulpesca Lignano S. – Patavium
Ore 18:15 – Casinò di Venezia – Coil Lignano Sabbiadoro

Domenica 21 giugno
Ore 12:00 – Sambenedettese – Coil Lignano Sabbiadoro
Ore 14:30 – Friulpesca Lignano S. – Mare di Roma
Ore 15:45 – Agenzia Lemme Vasto - Milano
Ore 17:00 – Cervia – Cavalieri del Mare
Ore 18:15 – Alma Juventus Fano – Casinò di Venezia

nella foto: la tribua dell'Agos Beach Stadium di Bibione.

Fonte: 

LND

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160