BEACH SOCCER: FERAGNOLI TERRACINA SULLA VETTA DELLA SERIE A ENEL

In finale i pontini battono per 6-4 la Colosseum e si laureano campioni d’Italia. I ragazzi di Del Duca centrano la doppietta dopo aver alzato anche la Coppa Italia



Roma 28 luglio 2011 – Il brutto anatroccolo è diventato cigno, dopo tante stagioni a bocca asciutta finalmente il Feragnoli Terracina corona il sogno e lo fa alla sua maniera, con grinta, classe e carattere dopo una rimonta mozzafiato. I pontini battono per 6-4 una Colosseum in grande spolvero che è mancata proprio sul più bello. I ragazzi di Del Duca piazzano l’affondo vincente nel terzo tempo segnando quattro gol senza subirne grazie ai sigilli di Palmacci, Stankovic (doppietta) e Bruno Xavier. Quest’ultimo, tre volte a segno oggi, che aveva aperto le marcature del match e segnato il centro che ha suonato la carica è stato eletto per la seconda stagione di fila miglior giocatore del torneo, un talento puro brasiliano che segna gol mai banali. La Colosseum è partita bene sospinta dalle reti di Rui Mota, capitan Cristian Torres, il verdeoro Ddì e l’attaccante Soria, quest’ultimo salito in cima alla classifica cannonieri a quota 14 gol. Ma come detto il Terracina come nelle precedenti gare ha tenuto i nervi saldi rimanendo concentrato e risalendo la china poco a poco grazie anche alle parate di Spada eletto miglior portiere del campionato. Il finale è stato palpitante per la gioia della gente che ha riempito gli spalti dell’Hakuna Matata Beach Stadium di Ostia. Ha vinto la squadra più forte di testa e forse la più spettacolare ma entrambe le formazioni hanno colorato la sfida con giocate d’alta classe a velocità vertiginose.

Il coordinatore del Dipartimento di Beach Soccer Santino Lo Presti premiando la vincente del campionato ha voluto sottolineare la buona riuscita dell’evento:” Abbiamo assistito a una finale veramente spettacolare che è stata la ciliegina sulla torta di una competizione bellissima. Questa Serie A Enel è cresciuta tanto, se penso da dove siamo partiti e dove siamo arrivati posso solo fare i complimenti a tutti coloro che hanno contribuito a questa crescita impetuosa. In primis il Presidente della LND Carlo Tavecchio che fin dagli esordi è stato il più convinto sostenitore ma è tutta la struttura della LND ad aver lavorato alla grande, grazie a tutti”. Presenti alla finale anche il Consigliere Federale Alberto De Colle e il componente del Dipartimento del Beach Soccer Gianni Meggiolaro.

La finale di consolazione per il 3^ e 4^ ha sorriso a una Roma bella e convincente, il Catania forse ancora scosso dal pesante rovescio della semifinale ha giocato sottotono. I capitolini hanno condotto bene tutti e tre i parziali di tempo finendo in crescendo. Madjer, un campione che gioca ogni partita al massimo, ha segnato una doppietta che ha indirizzato il match. Comunque è tutta la Roma ad aver convinto, alla fine le motivazioni dei giallorossi hanno fatto la differenza. Stranamente a bocca asciutta Carotenuto, il nazionale azzurro comunque si laurea bomber del torneo con 14 gol. Gli etnei possono consolarsi con il premio Fair Play, un attestato che vale più di mille vittorie.

Nella gara valida per il 5^-6^ posto prevale la fame del Viareggio che batte al fotofinish la Sambenedettese con un sofferto 5-4 frutto di una rimonta conclusa a pochi secondi dalla fine dell’incontro. L’allenatore della squadra marchigiana Di Lorenzo ha ruotato tutta la rosa per dare spazio ai giocatori meno utilizzati fin qui mentre Santini ha puntato quasi sul quintetto base, una scelta che alla fine ha pagato. Proprio il mattatore della partita si è rivelato il capocannoniere della scorsa stagione, un Gori indiavolato che ha firmato una strepitosa tripletta. Ma la rete che ha dato il quinto posto ai viareggini l’ha segnato Marrucci a un solo minuto dalla fine del match. Stavolta i portoghesi della Samb non hanno fatto la differenza ma Tomeo e Lucio hanno graffiato anche oggi e Ruspantini tra i pali ha fatto il solito fenomeno.

Nell’ultimo match valido per il 7^-8^ posto Milano ha salvato la faccia con la Belpassese vincendo per 10-9. Risultato scaturito dall’ampio turn over effettuato da Panizza così la gara è risultata piacevole e ricca di gol. I siciliani hanno sfoderato la solita grinta con la coppia Sciuto- Campanella che ha chiuso il torneo con 21 gol segnati in due. I meneghini hanno mostrato ottime seconde linee trascinate dagli alfieri Alan e Zè Maria, il primo ha chiuso il campionato a quota 10 reti.

Assegnato lo scudetto è il momento di tirare le somme di una stagione che ancora una volta ha stupito tutti.

Per capire se una disciplina gode di ottima salute sono tre gli aspetti che contano, e questa stagione del beach soccer li ha confermati alla grande. Tesserati e società partecipanti, in questo calcio prettamente estivo aumentano i club e gli organici, gli italiani sono sempre protagonisti e l’età media dei partecipanti si abbassa sensibilmente anno dopo anno. La qualità complessiva del torneo e l’apporto degli stranieri, per gli addetti ai lavori la Serie A Enel è il campionato più bello del globo, ci giocano i migliori nazionali provenienti da mezzo mondo che ritroveremo quasi tutti al mondiale. Il pubblico, in quasi tutte le giornate di gare delle tappe gli spalti sono sempre stati pieni, a conferma che questo sport piace alla gente perché qui è ancora possibile sorridere, applaudire e divertirsi. Tutti elementi che fotografano bene il lavoro certosino che la LND ha compiuto per strutturare questo sport dandogli una dimensione sovranazionale grazie a un progetto chiaro, intelligente e di prospettiva. Un lavoro che sta dando i suoi frutti, il climax lo toccheremo con i mondiali che si disputeranno in Italia per la prima volta nella storia. Dall’1 all’11 settembre a Marina di Ravenna il cammino di crescita della disciplina raggiungerà l’apice.



FINALE 1^-2^ posto



COLOSSEUM – FERAGNOLI TERRACINA 4-6 (2-1, 2-1,0-4)
COLOSSEUM: Del Mestre, Leghissa, Torres C. , Maradona Jr, Ddì, Soria, Torres J., Rui Mota, Ietri, Paoloni. All. Della Negra
FERAGNOLI TERRACINA: Spada, Frainetti, Feudi, D’Amico, Francois, Stankovic, Bruno Xavier, Palmacci, Minchella, Juninho. All. Del Duca
Arbitri: Pungitore di Reggio Calabria, Cascone di Ragusa.
Reti: 1’ pt Bruno Xavier (T), 5’ pt Rui Mota,6’ pt Cristian T. (C), 1’ st Ddì (C), 5’ st Soria (C), 9’ st Bruno Xavier (T), 2’ tt Palmacci (T), 5’tt Stankovic (T), 6’ tt Bruno Xavier (T), 11’tt Stankovic (T).
Note: Ammoniti : D’Amico (T), Bruno Xavier (T), Javi T. (C), Ddì (C),

Siamo arrivati all’atto conclusivo di questa appassionante stagione del beach soccer italiano. Gol spettacolari e acrobazie incredibili, ci hanno portato fino alla finalissima. Due squadre del Lazio che si trovano in finale per la prima volta insieme, Colosseum e Feragnoli Terracina. La squadra pontina in questa stagione si è già aggiudicata la Coppa Italia e cercherà quindi di ripetere la scorsa stagione di Milano che si è portata a casa tutte e tre le competizioni in palio. Pubblico delle grandi occasioni alla Beach Arena di Ostia. Passa pochissimo e subito gol fantastico di Bruno Xavier, da centrocampo lascia partire un tiro al volo di esterno che Del Mestre nemmeno vede partire. Risponde poco dopo il capitano della Colosseum Cristian T. che approfitta di una dormita colossale di Francois che permette allo spagnolo di infilare di testa un incolpevole Spada. Quando siamo a metà della prima frazione di gara Rui Mota porta nuovamente in vantaggio i blu-verde-oro con la palla che carambola sul palo per ben due volte e si va infilare in fondo al sacco. Reazione immediata del team pontino che prova a rispondere prima con Juninho che colpisce un clamoroso palo e successivamente con Palmacci che vede finire fuori di poco una bellissima rovesciata da posizione centrale. La voglia di vincere è tanta, la sfida si fa sempre più bella, come del resto erano le aspettative alla vigilia, fino al fischio finale del primo tempo. Giusto qualche minuto per assistere allo spettacolo offerto dalle ballerine nell’intervallo e squadre nuovamente in campo per il secondo tempo con il brasiliano Ddì che conferma quanto sia importante il suo apporto per lo scacchiere blu-verde-oro. Con un grande numero e un tiro a giro di una precisione incredibile inganna Spada che nulla può sulla conclusione del laterale brasiliano. Al 5’ ancora Colosseum in gol, Soria si incarica della battuta di un tiro libero, e lascia partire una potentissima conclusione che batte Spada e gli permette al momento di raggiungere Carotenuto in cima alla classifica dei marcatori. Sembra essere più determinata la squadra di Della Negra che lotta su ogni pallone e continua a mettere in apprensione la retroguardia pontina. Quando mancano 2’ alla fine è l’uomo più pericoloso del Terracina, Bruno Xavier a riaprire le speranze per i ragazzi di Del Duca. Si guadagna un tiro libero con grande esperienza e con una violenta conclusione batte Del Mestre . Finisce anche la seconda frazione di gara. La squadra campione d’Italia si deciderà negli ultimi 12’ che si preannunciano molto emozionanti. Passa poco e subito miracolo di Del Mestre su conclusione di Juninho e portiere che riesce a deviare in calcio d’angolo. Scorre il tempo sul cronometro ed arriva la reazione della squadra pontina. Triangolazione perfetta Bruno Xavier- Palmacci e centravanti laziale che con un tocco sotto porta riapre la gara. Il finale di gara è spettacolare con il Terracina che prova in tutti i modi a pareggiare la partita spinta anche dal calore dei suoi tifosi giunti numerosissimi all’ Hakuna Matata di Ostia. Gli sforzi dei ragazzi di Del Duca sono ripagati a poco dalla fine quando una rete di un superbo Stankovic, riporta nuovamente in pareggio la gara. Sembra che il Terracina non sappia giocare le partite se non va prima in svantaggio di qualche rete e dopo tante parate fondamentali per il risultato, Del Mestre si rende protagonista in negativo con un’ incertezza clamorosa su una rovesciata di Bruno Xavier, che entra in porta portando nuovamente in vantaggio i suoi compagni. Finale palpitante con occasioni da una parte e dall’altra, le due squadre sono lunghe e soprattutto la Colosseum concede molto agli avversati che riescono spesso a partire in contropiede ma sbagliano un pò troppo quando arrivano sotto porta. Chi non sbaglia quando serve essere ferali è Dejan Stankovic che mette a segno il gol scudetto partendo in contropiede tutto solo e spiazzando Del Mestre con una grande conclusione che manda in visibilio i sostenitori della squadra di Del Duca. Finisce qui la partita, il Feragnoli Terracina conquista il suo primo scudetto della sua storia grazie alle parate di Del Mestre, alla sicurezza di Francois, alle geometrie di Feudi, alla classe pura di Bruno Xavier, ai gol di Stankovic e Palmacci e a tutto il resto della rosa guidata da mister Del Duca che vede ripagato il duro lavoro svolto in questi anni centrando il suo secondo titolo in stagione, aspettando la gara di domani.



FINALE 3^-4^ posto



CATANIA – ROMA 1-5 (1-2, 0-1, 0-2)
CATANIA: Salgueiro, Galvan, Franceschini, Juninho, Platania,Fazio, Bernardo, Saganowski, Signorelli, Barravecchia. All. Belluso
ROMA: Galli, Souza, Carotenuto, Madjer, Corosiniti, Palma, Belchior, Miguel Torres, Mazzone, Tamagnini. All. Fruzzetti
Arbitri: Melfi di Vasto, Cecchin di Bassano del Grappa.
Reti: 3’ pt Corosiniti, 6’ pt Galvan (C), 7’ pt Madjer (R), 1’ st Madjer (R), 5’ tt Corosiniti (R), 9’ tt Franceschini aut. (R).
Note: Ammoniti: Platania (C), Carotenuto (R),

Finale per il terzo e quarto posto che vede affrontarsi Catania e Roma rispettivamente battute in semifinale dalla Colosseum e dal Feragnoli Terracina in due partite ricche di emozioni e spettacolo come solo il campionato italiano di Beach Soccer riesce a trasmettere. Non passano nemmeno 2’ e Saganowski si esibisce nella sua specialità, una gran rovesciata che trova pronto il portiere giallorsso Mazzone che respinge senza problemi. Al 3’ Roma in vantaggio con Corosiniti che solo davanti a Salgueiro realizza con un tocco debole sotto porta. Il pareggio dei siciliani non tarda ad arrivare e al 6’ è Galvan ad andare a segno con un tiro che viene deviato da Souza impedendo così a Mazzone di fare suo il pallone. Si riparte e il fuoriclasse portoghese Madjer riporta in avanti i suoi con un diagonale che non lascia scampo all’estremo difensore rossoazzurro. La partita prosegue senza troppe emozioni, le due formazioni costruiscono gioco, ma non finalizzano al meglio le azioni create. Quando manca 1’ alla fine della prima frazione di gara, il brasiliano Souza si divora un gol davanti alla porta spedendo il pallone alto sopra la traversa. Termina qui il primo tempo. Secondo tempo che ha inizio e arriva subito il gol dei giallorossi. Su una conclusione velenosa di Carotenuto, si avventa come un rapace il portoghese Madjer che con estrema facilità appoggia il pallone in rete. Un Catania che sembra non reagire allo svantaggio, favorendo così le avanzate dei giallorossi che si rendono pericolosi con Belchior e Torres, ma Salgueiro fa il suo impedendo così un passivo più pesante ai suoi ragazzi. A 3’ dalla fine un paio di azioni per parte riescono a ravvivare un po’ la partita. Prima ci prova Belchior con una gran botta su tiro libero che si va a infrangere contro il palo e poi sul capovolgimento di fronte, un gran tiro di Fazio mette alla prova Mazzone . Finisce anche questo secondo tempo, ci aspettavamo certamente di più dal punto di vista dello spettacolo ma è comprensibile lo scoramento. Ultimi 12’ di gioco che decreteranno chi tra le due formazioni salirà sul gradino più basso del podio di questo campionato Enel 2011. Primi minuti dove c’ è ben poco da segnalare ma al 4’ ancora Roma in vantaggio ancora con Corosiniti che infila Il portiere argentino Salgueiro con un bellissimo diagonale che va a finire all’angolo basso della porta. I ragazzi di Bellusso sembrano totalmente privi di motivazioni in questa terza frazione di gara tanto che al 9’, complice una disattenzione della difesa è lo stesso Franceschini a mettere la palla alle spalle di Barravecchia. Partita che finisce e vede giustamente i ragazzi di Fruzzetti raggiungere il terzo posto finale ai danni di un Catania che oggi non sembrava quello visto nelle precedenti partite complice anche le assenze pesanti di Buru e Fred.




FINALE 5^-6^ posto



VIAREGGIO – SAMBENEDETTESE 5-4 (0-1,3-1, 2-2)
VIAREGGIO: Carpita, Romanini, Ramacciotti, Di Tullio, Marinai, Gori, Valenti, Di Palma, Diridoni, Marrucci. All. Santini
SAMBENEDETTESE: Ruspantini, Tavares, Sgammini, Lucio, Addari, Durval, Cimbelli, Bruno Novo, Tomeo, Silveri. All. Di Lorenzo
Arbitri: Balconi di Sesto San Giovanni, Taverna di Gorizia
Reti: 4’ pt Addari (S), 1’ st Gori (V), 1’st Gori (V), 2’st Gori (V), 8’ st Tomeo (S), 3’ tt Lucio (S), 6’ tt Sgammini (S), 9’ tt Marinai (V), 11’ tt Marrucci (V),
Note: Ammoniti: Sgammini (S), Tomeo (S),



FINALE 7^-8^ posto



BELPASSESE-MILANO 9-10 (2-1, 2-3, 5-6)
BELPASSESE: Di Bella, Camapnella S., Casella, Campanella M., Garofalo , Grasso, Sciuto, Bonaiuto, Corsaro, Borbone. All. Licciaredello
MILANO: Fabro, Casarsa, Nico, Cataldo, Lupi, Polastri, Ze Maria, Alan, Menescardi, Fumagalli. All. Panizza
Arbitri: Di Ciano di Lanciano, Buscema di Udine.
Reti: 1’ pt Casarsa (M), 5’pt Campanella S. (B), 7’ pt Campanella M. (B), 4’ st Ze Maria (M), 5’ st Borbone (B), 6 st Alan (M), 10’ st Fumagalli (M), 12’ st Borbone (B), 2’ tt Campanella M. (B),3’tt Fumagalli (M), 4’ tt Sciuto (B), 4’Alan (M), 5’ tt Nico (M), 6’ tt Ze Maria (M), 7’ tt Nico (M), 8’ tt Campanella S. (B), 8’tt Lupi (M), 9’ tt Campanella S. (B), 12’ tt Campanella S. (B).



Il programma completo



Quarti di finale - Martedì 26 luglio

Gara 1 – Catania–Viareggio 5-2

Gara 2 – Feragnoli Terracina-Sambenedettese 3-2 (Sky Sport 1; 11 agosto h 21)

Gara 3 – Colosseum–Belpassese 7-2

Gara 4 – Milano-Roma 2-7 (Sky Sport 1; 12 agosto h 21)



Semifinali - Mercoledì 27 luglio

Semifinale 5°-6° posto (Gara 5) – Viareggio-Belpassese 7-5

Semifinale 5°-6° posto (Gara 6) – Sambenedettese-Milano 7-6 dcr

Semifinale 1°-4° posto (Gara 7) – Catania-Colosseum 4-8 (Sky Sport1; 13 agosto h 21)

Semifinale 1°-4° posto (Gara 8) – Feragnoli Terracina-Roma 5-3 (Sky Sport1; 14 agosto h 21)



Finali - Giovedì 28 luglio

Finale 7°-8° posto (Gara 9) – Belpassese-Milano 9-10

Finale 5°-6° posto (Gara 10) – Viareggio-Sambenedettese 5-4

Finale 3°-4° posto (Gara 11) – Catania-Roma 1-5

Finale 1°-2° posto (Gara 12) – Colosseum-Feragnoli Terracina 4-6 (Sky Sport 1; 14 agosto h 22)



Finale Supercoppa - Venerdì 29 luglio

h 10.30: Milano – Feragnoli Terracina (Sky Sport 1; 10 agosto h 21)



Classifica finale



1^ Feragnoli Terracina

2^ Colosseum

3^ Roma

4^ Catania

5^ Viareggio

6^ Sambenedettese

7^ Milano

8^ Belpassese



Albo d'oro Serie A
2004: Cavalieri del Mare; 2005: Cavalieri del Mare; 2006: Milano; 2007: Milano; 2008: Catania; 2009: Napoli; 2010 Milano; 2011 Feragnoli Terracina



Albo d'oro Supercoppa di Lega

2004: Catanzaro; 2005: Cavalieri del Mare; 2006: Catania; 2007: Catania; 2008: Cavalieri del Mare Viareggio; 2009: Catania; 2010 Milano



MEDIA E AZIENDE PER LA SERIE A ENEL - Anche in questa stagione i riflettori dei media sono puntati sul Campionato di Beach Soccer LND, la competizione che attira i migliori talenti del mondo di questa giovane disciplina. Primo aspetto importante il title sponsor della manifestazione, che porta il nome prestigioso di Enel. Confermata pure la collaborazione con Eden Viaggi, il tour operator italiano che ha iniziato ad essere vicino al beach soccer dalla scorsa stagione, e Delta Pen, da sempre icona di stile che abbina il suo fascino a quello frizzante del beach soccer. Sky Sport continua a puntare forte sul campionato italiano trasmettendo ogni fine settimana più di due ore di gare in prima serata, una fascia oraria quella del prime time ideale per uno sport giovane e dinamico come il beach soccer. Gli appassionati di calcio potranno godersi le due partite più significative della tappa con i riflessi filmati della altre sfide. Anche il web darà ampio risalto alla manifestazione, sul sito ufficiale della LND www.lnd.it ricco di notizie, risultati in tempo reale, tabellini, classifiche e commenti delle gare con un’ampia fotogallery per tradurre in immagini il racconto della Serie A Enel. Tutti gli aggiornamenti saranno veicolati anche sulla telefonia mobile tramite Twitter e iLND, l’innovativa applicazione per iPhone rilasciata ad aprile che ha già permesso a migliaia di utenti di restare sempre informati sulle attività della LND e dei suoi campionati di vertice. Anche la stampa nazionale è in prima fila per amplificare l’eco del beach soccer, i media partner Corriere dello Sport e Tuttosport dedicheranno due pagine come introduzione e resoconto di ogni tappa. Il beach soccer è anche in Radio sulle frequenze di Kiss Kiss che accompagna il tour in tutti i week end di gare.

RISULTATI LIVE - E' possibile seguire lo svolgimento delle gare della Serie A Enel in tempo reale sul sito LND (www.lnd.it nelle pagine dedicate al beach soccer) e con iLND (l'app gratuita per iPhone disponibile su App Store di Apple) con aggiornamenti continui su risultati e cronache degli incontri.

COSI IN TV - La programmazione su Sky Sport 1 delle finali della Serie A Enel è così prevista: 10, 11, 12 e 13 agosto dalle ore 21.00, il 14 agosto dalle ore 22.00 con la telecronaca di Riccardo Trevisani.



Classifica marcatori Serie A Enel 2011




14 reti: Soria (Colosseum), Carotenuto (Roma)

12 reti: Rui Mota (Colosseum), Benjamin (Milano), Spacca (Derby Castrocaro), Juninho, Palmacci (Feragnoli Terracina)

11 reti: Campanella S. (Belpassese), Stankovic (Feragnoli Terracina)

10 reti: Sciuto (Belpassese), Bruno Xavier (Feragnoli Terracina), Amarelle, Alan (Milano), Valenti (Viareggio)

9 reti: Toffolo (Casinò di Venezia), Juninho (Catania), Sacchi (Cervia), J.Torres (Colosseum), Zurlo (Ecosistem Panarea Catanzaro), Marazza (Mare di Roma), Madjer (Roma), Bruno Novo (Sambenedettese)

8 reti: Fred (Catania), Belchior (Roma), Tomeo (Sambenedettese), Ramacciotti (Viareggio)

7 reti: Bosco (Catania), Maradona Jr (Colosseum), Perciamontani (Lamezia Terme), Durval (Sambenedettese)

6 reti: Moscelli (Bari), Maradona Jr, Ddì (Colosseum), Fekete, Frezza (Mare di Roma), Souza (Roma), Lucio (Sambenedettese), Gori (Viareggio)

5 reti: Grasso (Belpassese), Buru (Catania), Miceli (Catanzaro), Gangitano (Cervia), C.Torres (Colosseum), Rodrigues (Derby Castrocaro), Provenzano (Ecosistem Panarea Catanzaro), Palma, Corosiniti (Roma), Di Palma (Viareggio)

4 reti: Condorelli (Belpassese), Kuman (Colosseum), Day, Lutz (Derby Castrocaro), Morabito (Lamezia Terme), Frezza (Mare di Roma), Bruno, Fumagalli, Nico (Milano), Torres, Pasquali (Roma), Tavares (Sambenedettese), Di Tullio (Viareggio)

3 reti: Montrone (Casinò di Venezia), Salgueiro, Signorelli (Catania), Panico, Corasaniti (Catanzaro), Ietri (Colosseum), Di Marco, Don (Derby Castrocaro), Feudi (Feragnoli Terracina), Morelli (Lamezia Terme), Florio, Marinai, Marrucci (Viareggio)

2 reti: Sassarini, Giardino, Andrisani (Bari), Borbone, Campanella M. (Belpassese), Da Lio, Ietri (Casinò di Venezia), Platania (Catania), Rocca, Caturano (Catanzaro), D'Onofrio, Loprieno, Zambelli (Cervia), Sabatino (Colosseum), Venturi (Derby Castrocaro), Staglianò (Ecosistem Panarea Catanzaro), Caligiuri, Samoun (Feragnoli Terracina), Muraca (Lamezia Terme), Ahmed, Zè Maria (Milano), Rinaldi, Vacchelli (Mare di Roma), Tavares, Jordan (Sambenedettese)

1 rete: Santoro, Sirico, D’Ursi (Bari), Cordaro, Chisari, Garofalo (Belpassese), Caorlini, Ruzzene, Parolari (Casinò di Venezia), Fazio, Bernardo, Saganowski, Galvan (Catania), Pastore (Catanzaro), Leghissa (Colosseum), Procopio, Palumbo, Fodero (Ecosistem Catanzaro), Minchella, D’Amico, Frainetti, François, Spada (Feragnoli Terracina), Viterbo, Gallo, Rocca (Lamezia Terme), Polastri, Cataldo, Casarsa, Lupi (Milano), Massa, Mazza (Mare di Roma), Galli, Roma (Roma), Neumann, Bruno, Addari, Sgammini (Sambenedettese), Brega (Viareggio)

1 autorete: Staglianò (Panarea pro Bari), Franceschini (Catania pro Roma)

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160