Balotelli: «Voglio essere protagonista in azzurro»

in

PAVIA, 30 settembre - Il sogno di essere protagonista con la Nazionale ai Mondiali del 2014, la voglia di mettersi alle spalle l'infortunio e il desiderio di dimostrare tutto il suo valore con la maglia del Manchester City. Mario Balotelli conta i giorni che lo separano dal ritorno in campo e ieri mattina è andato a Pavia, a farsi controllare il ginocchio destro dal professor Franco Benazzo, il luminare che in questi anni ha operato tanti campioni. Svanita la tentazione di andare a San Siro a vedere Inter-Werder, oggi volerà di nuovo a Manchester, tiferà per la formazione di Mancini contro la Juventus («Spero che i miei compagni conquistino una vittoria importante contro un'avversaria difficile») e poi riprenderà la rieduca­zione.


VOGLIA AZZURRA - Mario non vede l’ora di rientrare in campo. Anche per tornare in Nazionale, guidata da quel Prandelli che per il giovane attaccante del City ha speso parole di miele: «Le sue parole mi hanno fatto piacere - ha commentato Balotelli - perché è bello sapere che il ct conta su di me. Farò tutto il possibile per farmi trovare pronto e sono qui a curarmi per tornare il prima possibile. Per me la Nazionale è una delle cose più importanti, lo è sempre stata. Per il momento ho giocato solo un'amichevole e ho fatto solo il primo passo, ma spero di essere protagonista agli Europei del 2012 e poi ai Mondiali del 2014. In Brasile sono stato in vacanza e ora mi auguro di meritare una convocazione per la Coppa del Mondo. Prima però voglio far bene con il City, un'avventura a cui tengo molto». Di un ritorno in Italia, di Milan e di Inter non si parla: da Manchester sono partite disposizioni ben precise e Mario si è attenuto.


Leggi l’articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160