Allegri: «Punizione Ibra ha messo in discesa la gara»

in

ROMA - Massimiliano Allegri si gode l'ennesima vittoria del Milan. Un 3-0 che non lascia appello al Cagliari: «Non avevamo iniziato bene la partita anche perché il campo non ci agevola e inoltre la palla rimbalzava male. Poi abbiamo sbloccato la partita con la punizione di Ibrahimovic e tutto è andato in discesa e in generale abbiamo fatto una buona partita. Problema ala destra? No, non è una mia preoccupazione perché Emanuelson ha fatto una buona partita da un punto di vista tecnico e tattico. Ora sta giocando di più rispetto a prima e quindi si trova meglio. Per quanto riguarda i cambi avendo una partita ogni tre giorni serve far rifiatare qualcuno. Maxi Lopez fuori? Ho preferito farlo riposare inserendo Inzaghi». Poi Allegri dice la sua anche sulla cessione di Pirlo: «Già l'anno scorso quando Andrea si era fatto male la mia idea era di spostarlo come mezz'ala. Lui è un campione e quindi sta aiutando la Juve a vincere il campionato. La sua partenza però è stata una scelta anche economica e Pirlo, evidentemente, aveva bisogno di altri stimoli dopo 10 anni al Milan. Inoltre bisogna dire che si può vincere anche cedendo dei campioni ma non c'è dubbio che con i bianconeri sta facendo un grande campionato». Infine sul duello con la Juve: «In questo momento la classifica si è allungata ed era importante per noi vincere stasera per rimanere in scia della Juventus e per allungare sulla terza e sulla quarta, visti anche i risultati di oggi».



GALLIANI SUL MERCATO - 
«Maxi Lopez credo proprio che sia l'ultimo acquisto di questo mercato. Sono praticamente sicuro di questo, però il futuro chi lo conosce?». Lo ha detto l'ad del Milan Adriano Galliani ai microfoni di Milan Channel. Su Maxi Lopez, Galliani ha spiegato che «è piaciuta molto ai tifosi questa voglia di Milan. Lui in albergo ad attendere. Quando l'ho visto l'ultimo giorno moriva perché sapeva che c'era in corso l'altra trattativa». Sulla domenica calcistica, Galliani ha detto che «le cose girano bene, la classifica si sta sgranando al vertice. Sono contento di Emanuelson, di Mesbah che sta facendo bene. Giocatori nuovi che stanno facendo bene, questo mi rende contento. Mexes è un campione, lui non è un giocatore da scoprire, è straordinario, un fisico della madonna. Emanuelson a Berlusconi ricorda Massaro, lui ha fatto di tutto e stasera ha fatto ancora una volta bene». Galliani ha poi esaltato Ibrahimovic, che ha fatto «una prodezza balistica incredibile, molto simile a una fatta da Van Basten»; e Nocerino, «sette gol per lui, un altro giocatore arrivato d'estate. Il rinnovo sta procedendo bene».


LE PAROLE DI AMBROSINI - Molto soddisfatto della prestazione del Milan è Massimo Ambrosini: «Non è stata una partita facile perché fino al gol di Ibrahomovic era una partita un po’ strana, sotto ritmo, non avevamo creato tantissimo e il Cagliari si difendeva con ordine. Quindi, il gol ci ha aiutato a far diventare la partita più semplice». Dunque si può dire che il campionato sarà una corsa a due: «Il campionato è lungo, da quello che si è visto fino adesso noi e la Juve sono quelle che meritano di stare dove sono, ma mancano tantissime partite. Il calcio è strano, però di sicuro noi e la Juve lotteremo fino alla fine, poi vediamo». Ma il Milan ha bisogno di Tevez per conquistare il tricolore?: «I grandi giocatori servono dappertutto, perché danno quel valore aggiunto che può far fare un ulteriore salto di qualità ad una squadra. Vediamo quello che succederà». Chiosa finale sul contratto: «Sta per scadere? Lo era già due anni fa, tre anni fa, quindi, ormai, siamo abituati».


Fonte: 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160