Allegri: «Pato resta. Occhio alla Juve»

in

DUBAI - «Pato è un giocatore del Milan che credo e spero rimanga per il prosieguo della stagione e sono sicuro che rimarrà da noi»: è quanto ha detto il tecnico del Milan Massimiliano Allegri nel corso della presentazione della sfida di mercoledì contro il Paris Saint Germain a Dubai. Per quanto riguarda il mercato, Allegri ha spiegato che «il Milan è a posto così perchè ha un parco attaccanti molto forte». Sul primo posto in campionato, Allegri ha detto che «è importante tornare in cima alla classifica dopo un avvio stentato. Ora la Juve è l'antagonista maggiore, ma non dimentichiamo Lazio, Udinese ed anche l'Inter che secondo me lotterà per il campionato».


«TEVEZ E' FORTE MA NON E' ANCORA ARRIVATO» - L'allenatore del Milan Massimiliano Allegri stempera le polemiche sollevate dalle 'accuse' rivoltegli da Pato riguardo ad un'assenza di dialogo e di spiegazioni fuori e dentro il campo. Oggi - ai microfoni di Sky - Allegri offre una sua chiave di lettura gettando acqua sul fuoco di quello che è diventato un vero caso tanto da fare ipotizzare un approdo del brasiliano alla corte di Leonardo e Ancelotti, al Paris Saint Germain. «Non ci sono problemi - dice Allegri - tra me e Pato. Lo sfogo del ragazzo è dovuto a un momento di suo malessere. Non si può giocare sempre titolari, ma non è una cosa grave può succedere. Tra me e il ragazzo non ci sono frizioni: si sta allenando benissimo e non dà segni di insofferenza. Non c'è stato bisogno di alcun confronto con lui». Infine una battuta su Tevez: «È un giocatore importante ma non è ancora arrivato». L'allenatore gira il discorso sulla Juventus che - dice assertivo - «non ci fa paura». «Resta - sostiene - una grande squadra, ha un grande valore ma attualmente il Milan ha tutte le risorse disponibili per vincere ancora lo scudetto».


Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160