Allegri: «Milan sfortunato, Pato non subisce Ibra»

in

MILANO, 1 febbraio - Allegri non può nascondere l'amarezza per lo 0-0, che ferma la fuga della capolista: «Nel primo tempo abbiamo avuto un po’ di fretta - dice Allegri a Sky Sport - abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio in alcune situazioni in cui potevamo creare dei pericoli. La Lazio si è difesa molto bene e non ha mai tirato in porta. Abbiamo avuto diverse situazioni favorevoli, la più clamorosa il doppio palo di Ibrahimovic. Venivamo da sei partite giocate una ogni tre giorni, avevamo il rientro di Flamini, Emanuelson che giocava in campionato per la prima volta, Oddo che aveva giocato solamente due partite. I ragazzi si sono ben comportati, hanno fatto una buona partita, a tratti siamo stati un po’ confusionari, a tratti abbiamo fatto delle buone cose e credo che alla fine meritassimo la vittoria. Questo è il calcio e bisogna accettarlo. C’è una nota positiva: è la terza partita che non prendiamo gol e questa è sicuramente una bella notizia».


RECUPERO - Nel secondo tempo Allegri forse voleva più di cinque minuti di recupero, ma alla fine non ne fa un caso: «Se l’arbitro ha dato 5 minuti, era giusto dare 5 minuti. Credo che la partita sia stata ferma per un po’ di tempo e forse ci poteva stare qualcosa in più di recupero. Accettiamo sempre quello che decide l’arbitro, abbiamo accettato domenica e lo accettiamo oggi tranquillamente. Noi dobbiamo solo pensare a giocare, a cercare di fare gol e a non prenderlo».


LEGROTTAGLIE E BONERA - Nel secondo tempo si sono fatti male Legrottaglie e Bonera, per due falli di Kozak: «Credo che Bonera abbia un trauma cranico e Le Grottaglie un trauma cervicale. Non stanno molto bene e domani ne sapremo di più».


PATO NON SUBISCE IBRAHIMOVIC -
«Pato non subisce Ibrahimovic. Pato sta rientrando e questo sistema di gioco a due punte, è un modo di giocare completamente diverso. Ha fatto delle buone cose, deve continuare a stare sereno e tranquillo perché è un giocatore straordinario e non sono queste le sostituzioni che mi fanno cambiare idea».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160