Allegri: «La mezz'ala? Capelli folti e comunitario»

in

MILANO, 30 maggio - L'identikit della mezzala sinistra promessa da Adriano Galliani è il seguente: "Capelli folti, altezza medio-alta, 1,83. Fisico robusto. Piedi buoni, anzi ottimi. Passaporto comunitario". A rivelarlo ai microfoni di Milan Channel è il tecnico rossonero Massimiliano Allegri. "Stare vicino a Galliani durante una trattativa - ha proseguito Allegri - mi ha fatto imparare molto. Ha confermato il dirigente che è. È stato proprio lui a chiedermi di partecipare a questa situazione, per me è stato qualcosa di bello". Parlando di nomi mercato, Ganso "fa il trequartista - ha spiegato Allegri - bisogna però allenarlo e conoscere la sua struttura e il suo passo", mentre Hamsik "ha un gran margine di miglioramento ma non è il primo della lista".


L'ATTACCANTE - Per nuovi attaccanti, invece, niente da fare: "Ne abbiamo sei, in questo momento non abbiamo bisogno di un vice Ibra". Capitolo rinnovi dei senatori della squadra: "Non ho mai garantito a Gattuso che avrebbe potuto giocare 1, 2, 5, 10 o 50 partite. Non ho parlato invece con Seedorf, lui non mi ha chiesto niente". Sulle pretendenti al prossimo scudetto, Allegri non si sbilancia:" È ancora troppo presto. A oggi direi Milan e Inter, ma la Juventus si sta muovendo bene, e pure il Napoli potrebbe ripetere la stagione appena trascorsa. Bisogna vedere cosa farà poi la nuova dirigenza della Roma".


CASSANO -Nessun dubbio per Allegri: Antonio Cassano "ha fatto 4 gol e 8 assist e veniva da due mesi di inattività. Sono contento di lui". Certo è che il Milan non è la Sampdoria: "Senza nulla togliere ai blucerchiati - ha detto il tecnico rossonero a Milan Channel - dove Antonio era la stella assieme a Pazzini, qui al Milan le stelle sono tante e c'è tanta competizione. Quindi il rischio è di restare fuori". Flamini, invece, secondo Allegri "migliorerà, ha fatto qualche gol, è giovane e l'anno prossimo farà molto meglio".


LAMELA - Parlando di mercato, Allegri ha commentato laconicamente le indiscrezioni sull'argentino Erik Lamela: "Lamela è sulla bocca di tutti, è molto bravo. Tutti i giocatori bravi sono sulla bocca di tutti". Poi Allegri ha parlato di altri giocatori rossoneri: "Boateng è un giocatore che attacca molto bene la profondità, cosa che fanno anche Binho e Pato. Quest'ultimo ha fatto molto. La partita che ha fatto Pato nel derby e contro la Fiorentina dovrebbe farne 30, non si deve gestire perchè ha solo 20 anni. Deve migliorare le sue grandissime caratteristiche con dei movimenti funzionali alla squadra senza ingarbugliarsi. Ha delle qualità straordinarie per diventare molto di più di quello che è ora".


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160