Alberto-Charlene, sì tra giallo e sport

in

ROMA, 30 giugno - Hanno detto che la futura sposa volesse fuggire. Hanno detto che in questi mesi il suo look si sia forgiato in stile Grace Kelly: alcune pose, lo sguardo nei servizi fotografici, quel ritocchino alle labbra, l'abito verde acquamarina così simile alla mamma dello sposo che non c'è più. Charlene Wittstock viene da una famiglia di sportivi, quindi conoscerà la tensione pre-gara. Perché domani dirà di si' una prima volta al suo principe, Alberto di Monaco e lo ripeterà anche sabato in quel fazzoletto di terra, soldi, business e spettacolo che e' Montecarlo.


Quelli di sangue blu usano sposarsi così. Un si' maratona per due che hanno fatto sport non dovrebbe essere un problema. All'altare trovera' il principe Alberto che ha partecipato a cinque Olimpiadi nel bob tra la fine degli anni ottanta e gli inizi del 2000. Lei Charlene della nuotatrice ha il fisico, le spalle, oltre che la passione. Ed e' stato il nuoto a farle conoscere il principe in tempi lontani. Salto all'indietro. Siamo nel 2000 Olimpiadi di Sydney Charlene arriva quinta con la 4x100 mista sudafricana, ma soprattutto quell'anno vince i 200 dorso al meeting di Montecarlo, il principe la premia, si conoscono. Ci sono voluti undici anni per pensarci bene. Tutto deciso? Tutto scontato? Ci sara' champagne per tutti e verra' creata una birra rosa apposta per l'evento. La sposa sara' bellissima e vestita Armani. I rampolli del Principato daranno il loro contributo. E la diretta tv ci dirà se si sono detti si'....


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160