Albertini: «La A come l'NBA Senza firma non si gioca»

in

ABBADIA SAN SALVATORE (SIENA), 4 agosto -
«È come per l'Nba: se non c'è la firma, non si parte». Sintetizza così la situazione del rinnovo del contratto collettivo dei calciatori Demetrio Albertini, vicepresidente della Federcalcio eletto in quota Assocalciatori. «Tommasi è stato chiaro - ha aggiunto l'ex regista del Milan e della nazionale, a margine della presentazione del nuovo campo in erba naturale rinforzata per lo stadio "Franchi" di Siena - Il presidente dell'Aic ha fatto il giro dei ritiri, e la volontà dei giocatori è emersa: senza la firma dell'accordo non si gioca». Albertini, ora nella posizione di mediatore più che di parte in causa, si è detto convinto «che di qui al 26 agosto la Lega firmerà: il tempo per chiudere c'è, ma è un anno che si dice "tranquilli"...».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160