Al via la stagione 2009 di beach soccer

La lunga estate del calcio in spiaggia inizia con la Coppa Italia Enel

A poco più di 24 ore dalla rivincita mondiale andata in scena al Circo Massimo, prolungamento di una Eurocup che ha trasformato Roma nella capitale del calcio in spiaggia con grandi aspirazioni per il Mondiale 2011, si apre domani mattina a Terracina (Lt) la prima competizione nazionale della stagione promossa dalla Figc – Lega Nazionale Dilettanti. In anteprima alla Serie A Enel, che comincerà solo dal 18 giugno a Bibione (Ve), il primo trofeo da assegnare è la Coppa nazionale, che vede in scena le migliori 16 squadre tra le 21 iscritte al campionato, stabilite dalla graduatoria della scorsa estate.
LA STAGIONE - Ed allora scopriamo il calendario di questa stagione, gli 88 giorni del circuito (spalmato addirittura su 4 mesi, da maggio ad agosto), le 21 protagoniste della Serie A Enel 2009. La stagione si articola attraverso un tour che toccherà le più famose spiagge dello Stivale: da domani, appunto, a Terracina la quattro giorni di Coppa Italia Enel, fino alla conclusione del campionato nel week-end di Ferragosto sul litorale di Roma, ad Ostia, per le finali che assegneranno il tricolore 2009. Rispetto ad un anno fa cambiano le tappe: escono, per diversi motivi, Viareggio, Rosolina, Badolato, Otranto; rientrano invece Lignano (che nel 2008 ospitò solo una tappa di Euroleague) e Terracina, più le novità Ostia (che ospiterà le finali fino al 2011), Marina di Eboli e Bibione; confermate infine San Benedetto del Tronto, Catania e Latina. Un giro (delle coste) d’Italia con 4 tappe nel Lazio, 2 in Friuli Venezia Giulia, 1 in Veneto, Campania, Sicilia, Marche. Di seguito il calendario completo: Terracina – Coppa Italia (28/31 maggio), Bibione – Tappa Nord (18/21 giugno), Marina di Eboli – Tappa Sud (26/28 giugno), Lignano – Tappa Nord (2/5 luglio), Catania – Tappa Sud (24/26 luglio), Cervia – Tappa Nord (31 luglio/2 agosto), Latina – Tappa Sud (7/9 agosto), Ostia (Roma) – Supercoppa (13 agosto), Ostia (Roma) – Poule Scudetto (14/16 agosto).
COPPA: ROMA E NAPOLI IN FORMA – Ad un anno di distanza torna il grande beach soccer a Terracina, una location storica per il campionato italiano, grazie all’organizzazione della Coop Lander Service di Davide Sepe: “Siamo felici di aver riportato in città un grande evento come la Coppa Italia – ha dichiarato il responsabile organizzativo -, c’è grande attesa tra il pubblico e penso che saremo all’altezza, siamo dal punto di vista logistico che sportivo con il Terranova Terracina del presidente D’Alessio, del direttore tecnico Del Duca e del dirigente Gallo. Nell’imminenza del fischio d’inizio mi preme ringraziare chi ha contribuito alla realizzazione della manifestazione: in primis l’amministrazione comunale, nelle persone del Sindaco Stefano Nardi, dell’Assessore allo Sport Francesco Zicchieri, e dei consiglieri Roberto Bellezza e Domenico Pietricola, soprattutto il presidente del Terracina Calcio Fabio De Filippis, e, infine, Francesco Cascarini che ha coordinato la logistica dello staff e delle partecipanti”. La prima tappa di quella che si appresta ad essere una stagione di beach soccer davvero avvincente è stata realizzata anche grazie al contributo delle aziende sponsor che animeremmo il villaggio adiacente all’Agos Beach Stadium: Enel, Agos, LG, Buonitalia, E-Work, MSC, Pai, Kenwood, Pepsi, Dolomia, Punto Sma, Diana T, Delta, Top Secret, Timex, Italtelo, Lipton, Gatorade, Corriere dello Sport, Tuttosport, Molten, Radio KissKiss e Sky Sport, oltre a Elleci, Gabetti, Rocco e A&C.
La formula della Coppa Italia Enel è quella dello scorso anno: si parte dagli ottavi di finale per poi continuare con tutte le squadre impegnate fino a domenica quando si assegneranno tutti e sedici i posti in classifica.
Sul litorale terracinese, presso lo stabilimento “Rive di Traiano”, avremo i più grandi campioni mondiali del beach soccer per un evento che si annuncia come il torneo più incredibile ed equilibrato della storia del calcio in spiaggia nostrano. Tante le protagoniste e le candidate alla vittoria finale: Milano, Cavalieri del Mare, Cervia, Terracina in pole position, poi attenzione alla matricola Napoli di Diego Maradona junior e al Mare di Roma, la squadra di Ostia, che proprio ieri ha chiuso con gli ultimi botti di un beach mercato mai attivo come quest’anno. I romani, infatti, hanno concluso il loro rafforzamento con l’ingaggio di “Pluto” Aldair, il campione di Roma e Brasile, che due stagioni fa era approdato al beach con Terracina. Con lui e lo spagnolo Cristian Torres, mister De Celis avrà una coppia di difensori formidabili, oltre ai quali ci sono l’altro Torres, Javier, attaccante, e, ultimo colpo, il portiere ungherese Laszlo Szucs, che ha stregato i dirigenti del Mare di Roma proprio in occasione dell’Eurocup appena conclusa. Ci potrebbe essere anche la ciliegina per la società romana, che sta definendo gli ultimi dettagli con Marcelo Bueno, altro ex Terracina, titolare inamovibile del Brasile, e Giovanni Conversano, noto oltre che per le qualità calcistiche, anche per la sua partecipazione a numerose trasmissioni televisive, trattative anche con un altro brasiliano di fama mondiale.
L’altra grande sorpresa potrebbe essere il Napoli di Maradona junior, che è pronto a dare il massimo: “E’ una scommessa mia personale, perché, oltre a divertirmi, il beach soccer è secondo me uno sport che può crescere molto. In questa avventura mi ha seguito la mia famiglia, tanto che mia mamma (Cristiana Sinagra) è il presidente del club, ma devo dire che in città la novità è stata subito recepita: ho avvertito molto interesse in giro, siamo stati in contatto anche con il Comune, penso che sia importante avere anche una città come Napoli nel beach soccer”. E sarà un Napoli destinato a dare fastidio a molte grandi; anche perché, accanto a Dieguito, ci saranno tre nazionali argentini che sbarcano per la prima volta nel campionato italiano, il portiere Marcelo Salgueiro più la coppia Lucio Franceschini - Federico Lopez Hilaire, il più talentuoso della famiglia Hilaire che ha tre fratelli nella Nazionale albiceleste. In attacco ecco Alessandro Tiberi, ex Roma e Viareggio, che vuole riscattarsi dopo un’annata deludente con il club versiliese dove non ha trovato molto spazio.
IL PROGRAMMA GARE DEGLI OTTAVI DI FINALE - Gara 1 - C. Catania - Panarea Ecosistem 09.00 - Gara 2 - Milano - Casinò di Venezia - 10.15 - Gara 3 - Cavalieri del Mare - Città degli Eventi 11.30 - Gara 4 - Coil Lignano - Taormina 12.45 - Gara 5 - Mare di Roma - Friulpesca Lignano 15.30 -Gara 6 - Cervia - Bari B.S. 16.45 - Gara 7 - Catania B.S. - Napoli B.S. - 18.00 - Gara 8 - Terranova Terracina – Sambenedettese 19.15.
FAVORITI - Lo scudetto cucito sul petto ci obbliga a parlare tra i favoriti innanzitutto del Catania campione in carica: il club della coppia di dirigenti Bosco – Zuccarello non solo ha confermato la straordinaria squadra dello scorso anno, ma si è ulteriormente rinforzato. E così, dopo aver ottenuto i rinnovi di Dejan Stankovic, che un anno fa contribuì in maniera determinante allo scudetto con 20 centri in 11 gare disputate (tra cui la rete del parziale 2-3 nella finale scudetto), e dei due brasiliani Juninho e Mosca, il presidente etneo ha strappato ai cugini del Calcio Catania il loro uomo di maggior valore, Sebastiano Tedeschi, prendendo anche l’altro svizzero Mo Jaggy, valida alternativa in retroguardia alla colonna Platania. Senza contare che Catania può sempre contare su combattenti nati come Condorelli e Bosco jr., su un portiere di sicura affidabilità come Bua.
Grandi ambizioni per i Cavalieri del Mare Viareggio: il ritorno di Madjer, dopo un anno di “separazione” sulla sponda di Milano, i soliti Alan e Belchior che si sono legati al club toscano per le prossime tre stagioni agonistiche, più gli ex Friulpesca Michele Leghissa e Massimiliano Samsa. In extremis è arrivato l’ultimo grande colpo: Pasquale Carotenuto.
Tra le grandi come non citare il Milano? La società rossonera è tornata a respirare un’atmosfera carioca: il primo grande acquisto è stato quello di Bruno Malias, campione del mondo (due gol all’Italia nella scorsa finale mondiale), strappato al Terracina, seguito dal rientrante Benjamin, che due stagioni fa aveva dato un contributo fondamentale all’accoppiata campionato – Coppa. E poi sono stati confermate le due stelle spagnole, Amarelle e Nico, gente che da sola può decidere una partita. Insomma una rosa come al solito straordinaria. Anche perché al tecnico Fabio Panizza, quest’anno sarà affiancato da un secondo d’eccezione come Lodovico Costacurta, che ha lasciato il beach giocato, il club rossonero ha affidato anche un altro ex, Marcello Fumagalli (che lo scorso anno si era andato a prendere le sue rivincite a Cervia), più uno dei portieri più interessanti in giro, Michele Zanini, che ha deciso di lasciare la Coil Lignano per sostituire lo spagnolo Roberto che non è stato confermato.
I padroni di casa del Terracina provano a conquistare il loro primo trofeo: giocheranno in casa la Coppa Italia e non è facile per nessuno andare a vincere nel fortino biancazzurro, con i boys terracinesi schierati a riempire le tribune e sostenere i loro ragazzi, molti dei quali terracinesi doc. E poi, la squadra non ha certo perso smalto: tra i pali Stefano Spada forma con Simone Pepe la coppia più forte in Serie A (con Minchella a fare il terzo). In campo i ragazzi di casa sono sempre gli stessi: Angelo D’Amico, Simone Feudi, Roberto Pasquali, Paolo Palmacci, Fabio D’Onofrio, Alessio Frainetti, tanto per citare i più famosi, più tanti ragazzi interessanti. Poi la truppa francese: Stephan François, al suo quinto anno sul golfo del Circeo, e Didier Samoun. A dirigere questa super miscela di carattere, personalità e forza fisica, è arrivato in extremis anche il regista: Jorge Augusto Dachuna Gabriel, detto Jorginho, classe 1974, ma soprattutto classe da vendere. Con lui c’è anche un altro brasiliano, il confermatissimo Anderson, altro attaccante da tenere sott’occhio.
Chiudiamo le quattro regine della vigilia con il Cervia: arrivati Peter Livon e Maurizio Ianni, confermati in gialloblù il tedesco Dannilo Neumann, l’ex torinista Massimiliano Rindone, il bomber Juninho, mentre al posto degli svizzeri (lasciati liberi Schirinzi e Leu) in avanti arrivano il calciatore italiano più prolifico del 2008, Giuseppe Soria (il rapporto con Vasto si è rotto un anno fa: “Non mi hanno rispettato” ha commentato il centravanti abruzzese) e un altro brasiliano proveniente dal campionato paulista, Fernando Ddi.
LE ALTRE - Discorso a parte merita la Coil Lignano, la cui presidenza è passata da Edy Paschetto a Ernesto Glerean. In laguna si passa dalla trazione polacca (Wydma, Sagan e Zukinho) a quella portoghese (il difensore centrale Sousa, il laterale Torres e l’attaccante Zè Maria). C’è attesa anche per il rientro di Marco Sguazzin, fermo per tutto il 2008 e visto in gran forma al match Italia – Brasile, quando ha esordito in azzurro martedì scorso. Al loro secondo anno in Serie A, dovrebbero puntare a crescere l’Aci Castello (l’ex Taormina), Alma Juventus, Bari e Venezia. I lagunari hanno confermato il gruppo dello scorso anno, a cominciare dal capitano e azzurro Salvatore Miceli, Alvise Toffolo, bomber rivelazione del 2008, Nicola Marangon, ex bandiera del Venezia, e Stefano Medaglia. Tante le novità del 2009: Stefano Torrisi, ex bandiera del Bologna, Cristiano Pavone, in A con Atalanta, Bologna e Lecce, e Mauro Bressan, per il quale bisognerà però attendere almeno fino al 30 giugno, data in cui scadrà il suo tesseramento con la Federazione svizzera, visto che l'ex arancioneroverde quest'anno ha militato con gli elvetici del Chiasso. Esordio assoluto in campionato, infine, per Belpassese, Patavium, Sambenedettese.
LA COMUNICAZIONE - Appuntamento su Sky Sport 1 con le telecronache di Riccardo Trevisani e Dario Massara, su Radio Kiss Kiss, radio ufficiale del tour 2009, e sulle pagine dei media partner Il Corriere dello Sport e Tuttosport. A completamento degli eventi sportivi, sarà allestito, in prossimità della Beach Arena, un villaggio animato dalle iniziative delle aziende partner del beach soccer targato Lega Nazionale Dilettanti della FIGC.

L’albo d’oro: Catania il club più titolato
Facendo una sintesi della storia del beach soccer, a livello di club, la squadra più titolata è il Catania Beach Soccer (2 Coppe Italia nel 2004 e 2005, due Supercoppe nel 2006 e 2007, lo Scudetto nel 2008), unico club a vincere un trofeo ogni anno dal 2004 ad oggi e soprattutto a vincere tutti i trofei. Segue il Milano Beach Soccer (due scudetti e due Coppe Italia, 2006 e 2007). Al terzo gradino del podio ci sono i Cavalieri del Mare (prima di Forte dei Marmi poi trasferitisi a Viareggio) che hanno vinto 2 scudetti (2004 e 2005) e due Supercoppe (2005, 2008). Catanzaro ha vinto la Supercoppa 2004. Di seguito il riepilogo delle 5 precedenti stagioni.
Serie A: 2004: Cavalieri del Mare Forte dei Marmi; 2005: Cavalieri del Mare Forte dei Marmi; 2006: Milano; 2007: Milano; 2008: Catania.
Coppa Italia: 2004: Catania; 2005: Catania; 2006: Milano; 2007: Milano; 2008: Coil Lignano Sabbiadoro.
Supercoppa di Lega: 2004: Catanzaro; 2005: Cavalieri del Mare; 2006: Catania; 2007: Catania; 2008: Cavalieri del Mare Viareggio.

nella foto: Paolo Palmacci del Terranova Terracina con la maglia azzurra, sicuro protagonista nella Coppa Italia Enel.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160