Adriano, patente a rischio: «Ho bevuto 5-6 birre»

in

SAN PAOLO (BRASILE), 29 marzo -
«Quella sera avevo bevuto cinque o sei birre». Queste parole, dette domenica scorsa nel corso del programma di Rete Globo "Fantastico" rischiano di costare il definitivo ritiro della patente ad Adriano. L'Imperatore ha fatto riferimento all'episodio del 9 febbraio scorso, quando era ancora tesserato per la Roma ma si trovava a Rio per curare la spalla, e venne fermato mentre con amici tornava da un giro di locali. Adriano, che era alla guida di un'auto, aveva poi rifiutato di sottoporsi al test dell'etilometro, e per questo era stato multato di una cifra pari a circa 400 euro. In più gli era stata ritirata e temporaneamente sospesa la patente, che peraltro aveva riavuto indietro dopo circa una settimana. Il suo caso però è rimasto aperto, ed ora l'ammissione del calciatore appena acquistato dal Corinthians sembrano portare al definitivo ritiro del permesso di guida.


LA CERTEZZA - A dirlo, intervistato dal quotidiano brasiliano "O Dia", è il coordinatore delle indagini Flavio Horta: «Queste parole impediranno ad Adriano di fare ricorso contro quest'ultima multa, e screditano qualsiasi tipo di difesa. Essendosi dichiarato colpevole, automaticamente si aprirà il processo per ritirargli il permesso di guida, e durante il dibattito verranno considerate le parole che ha detto in televisione». Essendo Adriano recidivo, il rischio concreto è che perda definitivamente la patente: "O Dia" e Rete Globo fanno infatti rilevare che il calciatore ha commesso 26 infrazioni al codice stradale tra il 15 marzo 2010 ed 13 marzo del 2011. Per 19 di questi casi è già stato multato o giudicato. Le multe per eccesso di velocità sono state in tutto 16, 5 quelle per essere passato con il rosso, una per aver guidato senza la cintura di sicurezza allacciata, una per aver portato con sè il figlio piccolo senza collocarlo nell'apposito seggiolino. Ci sono poi le infrazioni alla cosiddetta "Lei Seca", che stabilisce i limiti di sobrietà e quelli di un'eventuale guida in stato di ebbrezza. Chi rifiuta di sottoporsi al test dell'etilometro viene automaticamente considerato colpevole.


PROBLEMI PSICOLOGICI - Intanto, il quotidiano "Folha de Sao Paulo" scrive che nel contratto siglato tra il Corinthians ed Adriano sono previste sanzioni per ritardi agli allenamenti o per problemi comportamentali ma nessun obbligo di sottoporsi a trattamento di psicoterapia. Adriano, al quale sia San Paolo che Flamengo avevano messo a disposizione uno psicologo ai tempi delle sue precedenti esperienze brasiliane, si sottoporrà a sedute di questo tipo soltanto su sua espressa richiesta: «Alla Roma lo psicologo non mi risulta che glielo abbiano fornito», ha commentato oggi l'ex procuratore dell'attaccante, Gilmar Rinaldi. La "Folha" fa notare che «proprio alla Roma l'Imperatore ha avuto il suo peggiore rendimento». E sempre oggi l'agenzia di marketing sportivo di Ronaldo, la 9ine, ha negato qualsiasi partecipazione alla trattativa tra il Corinthians ed Adriano. Nel comunicato si precisa comunque che il Fenomeno si è occupato della questione solo come "amico" dell'ex compagno di nazionale.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160