Adailton avverte la Lazio: «Il freddo favorirà il Vaslui»

in

ROMA - “L’intenzione è di provare a passare il turno, abbiamo la grande occasione di giocare in casa, di battere una grande squadra come la Lazio e di qualificarci. La speranza c’è, abbiamo diverse possibilità, faremo il massimo per vincere”. Lazio avvertita, parola di Martins Adailton, attaccante brasiliano ex Verona e Bologna ed ora in forza al Vaslui, club rumeno che giovedì affronterà i biancocelesti in un match decisivo per il passaggio ai sedicesimi di finale di Europa League: “Siamo molto carichi – ha spiegato Adailton ai microfoni di Radio Manà Manà Sport- . Sono ormai due settimane che pensiamo a come preparare questa gara, a come mettere in difficoltà la Lazio”.


IL MOMENTO - “Quando è iniziato questo torneo siamo stati etichettati come la squadra contro la quale tutti avrebbero dovuto vincere – continua Adailton - , poi abbiamo dimostrato che batterci non è così semplice. Abbiamo dei giocatori di valore che cercano di fare bene, così come abbiamo fatto all’Olimpico, contro lo Zurigo e contro lo Sporting Lisbona”. Lazio e Vaslui si contendono il secondo posto del gruppo D, entrambe hanno raggiunto quota 5 punti, ma il largo pareggio dell’andata all’Olimpico permette alla squadra di Hizo di guardare con fiducia al futuro: “Partiamo con un leggero vantaggio – ammette Adailton - , visto il risultato di 2-2 dell’andata possiamo anche permetterci di pareggiare per 0-0 o 1-1. Sarebbero risultati che ci metterebbero nella condizione di affrontare l’ultima gara contro lo Zurigo dipendendo solo da noi. Detto questo, però, noi non siamo una squadra che può permettersi di attendere le mosse di una squadra come la Lazio, la nostra volontà è quella di mettere pressione all’avversario e di mettere in difficoltà i biancocelesti. Vogliamo ripetere la stessa gara giocata contro lo Sporting, quando abbiamo aggredito a tutto campo. Certe le qualità dei giocatori di reja sono superiori alle nostre, ma possiamo sopperire a queste mancanze con tanta volontà”.


L'AVVERSARIO - In casa rumena c’è consapevolezza delle proprie qualità, ma la maggiore qualità della Lazio non permette di abbassare la guardia: “Ho visto la partita contro la Juventus, ha fatto davvero un’ottima partita, è mancata solo la freddezza di capitalizzare le occasioni costruite – sottolinea Adailton - . E’ stata molto sfortunata, ma sta vivendo un grande momento di forma e soprattutto può giovarsi di un grandissimo giocatore come Klose. Lui fa la differenza, noi dovremmo avere un’attenzione particolare in tal senso, ma anche nei confronti di Cisse che, quando sta bene, può cambiare le partite da solo”.


L'ANALISI - Adailton, poi, si sofferma sui punti deboli di entrambe le squadre: “La Lazio è una squadra che ama giocare in profondità, quando non riescono a trovarla fanno più fatica, perché nella zona centrale del campo non hanno molti elementi che saltano l’uomo: se non sta bene Hernanes vanno in difficoltà. Noi, invece, pecchiamo molto di concentrazione, per questo andiamo molto meglio in Europa League rispetto al campionato (il Vaslui è ottavo in classica, ndr). Quando giochiamo nella nostra lega abbiamo dei cali di tensione, tanto che abbiamo perso con alcune squadre piccole”.


IL METEO - Infine, Adailton avverte la Lazio sulle rigide temperature che dovrà affrontare a Piatra Neamnt: “La sera si oscilla tra il -2 ed il -5: visto che noi siamo abituati credo proprio che questo possa essere un fattore importante che può favorirci, il gioco può decidersi anche grazie a questi aspetti”.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160