«Pizarro resta al City? Dipende solo da lui»

in

ROMA - Dieci minuti, un gol, un assist. David Pizarro ha battezzato così il suo esordio in Europa League con la maglia del City. Un rete bella, cercata e voluta, per smentire chi vedeva il suo arrivo alla corte di Mancini come un azzardo più che come un rinforzo. Ai margini della Roma di Luis Enrique, il 'Pek' ha trovato una seconda giovinezza in terra inglese. Il Manchester lo ha preso in prestito fino a giugno: sei mesi di tempo per studiarlo, per testare il suo contributo alla causa di Mancini.


MANCINI SE LO GODE - L'exploit di ieri ha fatto salire l'asticella delle sue quotazioni. Il tecnico dei Citizens - che lo ha fortemente voluto - gli ha dato fiducia, rinfrancandolo e spedendolo in campo senza indugi contro un Porto ormai eliminato per fargli accumulare minuti nella gambe e per ammirare il suo ritorno al gol dopo quasi un anno di astinenza (ultima gioia il 4 marzo 2011, rigore contro il Lecce).


PIZARRO: «FELICE DELLA MIA ESPERIENZA AL CITY» - «Sono molto felice, sono stato accolto benissimo al City ed essere a Manchester per me è fantastico», ha detto Pizarro a fine gara con un sorriso sulle labbra che non gli si vedeva da tempo. «So di poter dare il mio contributo per raggiungere la vittoria della Premier League», ha concluso il centrocampista cileno.


BALDINI: «SE PIZARRO VUOLE RESTARE LI'...» - Quella rete e quell'assist contro il Porto fanno lievitare le sue quotazioni: il suo soggiorno in Inghilterra potrebbe durare più a lungo dei sei mesi previsti. «Ora è prematuro parlare del futuro di Pizarro», ha detto Franco Baldini, intervistato da 'La Tercera', «ma siamo felici per il gol realizzato da David. Abbiamo buoni rapporti con il Manchester City e, se vorranno, potranno tenere Pizarro, sempre che lui voglia rimanere lì», ha concluso il diggì giallorosso.


Simone Zizzari


Twitter @szizzari

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160