«Mourinho vola a Londra e si compra una casa»

in

LONDRA - Josè Mourinho vola a Londra e si compra una casa. L'indiscrezione arriva dalla Spagna, più precisamente dal quotidiano 'As', e dall'Inghilterra, dal tabloid 'Mirror'. I siti dei due quotidiani rivelano del viaggio lampo nella capitale britannica del tecnico del Real Madrid accompagnato dalla moglie Matilde. Mou ha preso un aereo ieri mattina ed ha trascorso la giornata a Londra a caccia di una casa. Nel pomeriggio ha poi fatto ritorno a Madrid (foto mirror.co.uk) dopo aver trovato l'appartamento giusto. Il tecnico concluderà l'affare in settimana e, questa decisione, sembra fare seguito ad altre piccole indicazioni sulla volontà di Mourinho di lasciare la Spagna a giugno per fare ritorno in Inghilterra.


CASA NUOVA - La convinzione a Madrid è che il portoghese si sia portato avanti con il lavoro, e la casa è solo il primo tassello per il ritorno in Premier League. Mou, infatti, è già prproietario di un appartamento a Londra risalente ai tempi in cui allenava il Chelsea, ma si tratta prevalentemente di un investimento immobiliare. La casa, infatti, è troppo piccola per ospitare tutta la famiglia che, oltre ai due bambini, include anche i cani, tra cui la famosa Leya, il terrier che ha fatto impazzire i vicini di casa di Mourinho ai tempi del Chelsea.


CAMBIARE ARIA - Mou aveva fatto intuire di essere stufo della situazione a Madrid e, dallo scorso gennaio, le cose non sembrano essere cambiate. I motivi del malumore del tecnico sono noti: la stampa spagnola non capisce e non rispetta il suo lavoro, alcuni giocatori non seguono le sue regole soprattutto per il comportamento fuori dal campo e, soprattutto, il richiamo della Premier sembra essere troppo forte.


IL FUTURO - Resta da capire quale club inglese allenerà Mourinho. Le indicazioni dicono Tottenham, che con ogni probabilità perderà Harry Redknapp, favorito per la panchina dell'Inghilterra. Ma non è escluso un ritorno al Chelsea, dati gli otttimi rapporti con il patron Roman Abramovich, che sembra ormai pronto a scaricare Villas Boas nel caso in cui non dovesse riuscire a superare il turno di Champions contro il Napoli (che all'andata ha vinto 3-1). L'altra ipotesi è qulla dell'Arsenal, se il consiglio direttivo dei 'gunners' dovesse decidere di dare il benservito ad Arsene Wenger.


TOTTENHAM - Mourinho a gennaio aveva rivelato ad alcuni amici il desiderio di tornare ad allenare in Premier, e la notizia è arrivata Oltremanica. Successivamente sono arrivati anche i primi contatti. Il più serio appare quello del Tottenham, che ha sondato il terreno con lo 'Special-One' anche in vista della possibile cessione del club. Con una nuova proprietà, Mourinho potrebbe avere la possibilità di costruire una squadra vincente, e non è escluso che il viaggio a Londra sia servito anche per approfondire questo aspetto.

Mattia Mallucci

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160