«Il Chelsea vuole Guardiola, la Roma chiama Ancelotti»

in

LONDRA, 29 novembre - Carlo Ancelotti non si scompone davanti alle voci sempre più insistenti relative a un suo possibile addio al Chelsea a fine stagione. L'ultima, in ordine di tempo, riguarda la volontà del patron dei 'blues' Roman Abramovich, di sostituire il tecnico italiano con Pep Guardiola e ricreare allo 'Stamford Bridge' il modello vincente del Barcellona. «Guardiola al mio posto? -ha commentato Ancelotti- Non ne so nulla, ma gli allenatori sono sempre gli ultimi a sapere queste cose. Ad ogni modo la cosa non ci interessa. Pensiamo solo a lavorare e a prepararci per i prossimi impegni».


MOMENTO DIFFICILE -  Il futuro dell'ex allenatore del Milan, comunque, resta in bilico. Il Chelsea ha perso la vetta della Premier League e nel mese di novembre ha raccolto solo quattro punti nelle ultime cinque partite (l'unica vittoria in campionato è arrivato con uno striminzito 1-0 al Fulham). Le cose vanno meglio in Champions, dove la qualificazione agli ottavi è arrivata con due turni di anticipo. Sabato il club ha confermato che, dopo l'addio anticipato al vice Ray Wilkins, anche il ds Frank Arnesen lascerà a fine stagione. Al suo posto dovrebbe arrivare Txiki Beguiristain che ha lavorato con Guardiola al Barcellona. Potrebbe essere il presupposto di un cambio della guardia imposto da Abramovich , nonostante il campionato e la Fa Cup vinte la scorsa stagione da Ancelotti e gli obiettivi da conquistare quest'anno per i quali il Chelsea è ancora pienamente in corsa.


LA ROMA CHIAMA - Ancelotti resta sereno, e aspetta di recuperare gli infortunati di lusso come Lampard e Terry. L'allenatore, poi, potrebbe anche non essere così preoccupato dalla conclusione anticipata della sua avventura londinese. Secondo il quotidiano inglese 'The Independent', infatti, il futuro di Ancelotti potrebbe essere a Roma. Il club giallorosso, scrive 'The Independet', avrebbe contattato il tecnico una volta saputo dei rapporti non più idilliaci con i 'blues'. Da ex giallorosso, Ancelotti non ha mai fatto mistero di voler, un giorno, allenare la Roma e l'ipotesi di un ritorno nella Capitale a giugno, magari dopo un altro successo con il Chelsea, rappresenterebbe un'ottima uscita di scena per 'Sir' Carlo.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160