«Ciao Bob, i laziali ti ameranno per sempre»

in

ROMA, 2 aprile - Se n’è andato, ma è ri­masto per sempre. Magnifico Bob, ultimo re Lazio. Sciarpe biancocelesti al cielo, applausi in­finiti, l’inno laziale intonato a vo­ce, l’urlo di cinquemila tuoi figli devoti «ai veri laziali battiamo le mani. boblovati boblovati!» , lo striscione per la storia «si scrive Lovati, si legge Lazio» . Li hai fat­ti piangere, tu che li facevi ridere, chi li consolerà adesso? La morte è sempre sbagliata, quella di Bob Lovati ha anche qualcosa di anti­sportivo.


Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160