maggio 2011

Lavezzi, quante magie ma è solo all’inizio

in

ROMA, 3 maggio - Ezequiel Ivan El Pocho Lavezzi. Era dai tempi di Maradona che Napoli non si infiammava per le giocate di quello che può venire tranquillamente definito un vero e proprio asso del gioco del calcio. Un funambolo estroso, un attaccante poco classificabile, in grado di cambiare il corso delle partite da solo, con una accelerazione o una magia.

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Pepe rilancia la Juve, esplode la furia Lazio

in

ROMA, 2 maggio - Una zampata di Pepe a pochi minuti dalla fine decide il posticipo dell'Olimpico e rilancia la Juventus nella corsa al quarto posto. La Lazio cade dopo aver dominato la partita per lunghi tratti senza però trovare la stoccata decisiva e resta inchiodata a 60 punti, solo uno in più di Roma e Udinese e quattro dai bianconeri.

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Orgoglio Del Neri: «La Juve non ha rubato niente»

in

ROMA, 2 maggio - «La Lazio ha pagato chiaramente il fatto di essere rimasta in 10 uomini, ma la Juve non ha rubato niente e abbiamo vinto con merito».

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Reja: Il rigore su Floccari? Forse dovevano sparargli...

in

ROMA, 2 maggio - «Non facciamo parte di quel gruppo che ha qualche favore, forse a parti invertite questo rigore viene dato». Dopo il ko con la Juventus, il tecnico della Lazio Edy Reja recrimina per la mancata assegnazione del rigore sul fallo subito in area da Floccari: «Quello su Floccari è un rigore nettissimo che poteva cambiare le sorti della gara.

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Lazio, la rabbia di Lotito: «È tutto scontato»

in

ROMA, 2 maggio - Furia Lotito sul campionato. Il presidente della Lazio ha esternato a Sky Sport tutta la sua rabbia per l'arbitraggio di Lazio-Juventus, parlando in maniera chiara di voler invocare giustizia fuori dal sistema calcio.

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Pepe beffa la Lazio, la Juve si rilancia

in

ROMA, 2 maggio - Una zampata di Pepe a pochi minuti dalla fine decide il posticipo dell'Olimpico e rilancia la Juventus nella corsa al quarto posto. La Lazio cade dopo aver dominato la partita per lunghi tratti senza però trovare la stoccata decisiva e resta inchiodata a 60 punti, solo uno in più di Roma e Udinese e quattro dai bianconeri.

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Del Neri felice: «La Juve ha meritato di vincere»

in

ROMA, 2 maggio - «La Lazio ha pagato chiaramente il fatto di essere rimasta in 10 uomini, ma la Juve non ha rubato niente e abbiamo vinto con merito».

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160